Condizioni respiratorie

Suffumigi (fumenti): 13 ingredienti per prepararli, modalità, avvertenze

E' molto facile preparare un suffumigio. La sua efficacia é comunque legata agli specifici problemi da trattare e dai diversi ingredienti che possono essere utilizzati per prepararlo.
suffumigi

I suffumigi (o fumenti, ma anche aerosol, o inalazioni)

I suffumigi – spesso chiamati anche fumenti, aerosol, o inalazioni – costituiscono un valido rimedio per la cura dei problemi dovuti alla congestione delle via aeree superiori

Si tratta di rimedi che sfruttano gli effetti benefici che il vapore dell’acqua mista / integrata con alcuni prodotti (vegetali sopratutto) contenenti sostanze balsamiche utili ai bronchi, alla faringe, alla laringe.

In questi casi infatti i rimedi più tradizionali come sono i suffumigi, spesso sono anche quelli più efficaci e solitamente hanno pochi o nessun effetto collaterale. Per di più sono anche estremamente semplici da preparare.

Vengono largamente utilizzati allo scopo di combattere la tosse, il raffreddore, il mal di gola, il naso chiuso, ma anche le faringiti e le laringiti.

Ma anche per diverse altre ragioni, anche per l’asma ed anche per le malattie bronchiali, ad esempio.

Prepararli è facile. Gli ingredienti necessari sono reperibili in qualsiasi negozio di prodotti naturali ed anche online.

Gli unici strumenti per poter fare le inalazioni li abbiamo già a casa. Basta,

  • un asciugamano per coprire la testa, ed impedire che i vapori dell’acqua bollente vengano dispersi nell’ambiente.
  • una pentola in grado di contenere almeno un litro d’acqua.

In alternativa, in commercio esistono anche degli appositi inalatori per suffumigi.

Sostanze naturali medicamentose o disinfettanti a scopo inalatorio, per fare i suffumigi

Per ingredienti, devono intendersi quelle sostanze che vanno aggiunte o mescolate all’acqua per ottenere un fumento.

Come è noto e come già abbiamo anche evidenziato, i suffumigi – o fumenti – sono quei rimedi che solitamente si usano per combattere in modo naturale i raffreddori, le sinusiti e le tosse.

Vengono utilizzati allo scopo (oltre all’acqua) sopratutto i prodotti a base di sostanze balsamiche quelle cioè che hanno principi attivi in grado di svolgere attività espettoranti, sedative e stimolanti per le vie respiratorie.

Gli ingredienti naturali per i suffumigi sono (solitamente) prodotti comuni privi di effetti collaterali.

Ecco quali sono gli ingredienti – suddivisi in relazione ai problemi per cui sono utili – che vengono maggiormente usati per fare delle inalazioni

1) contro raffreddore e sinusite

  1. la camomilla:
    •  i fiori della camomilla stessa, ma anche camomilla in bustine per il tè;
  2. l’eucalipto:
    • sotto forma di foglie, o di olio essenziale (non più di 4-5 gocce di olio essenziale per litro d’acqua);
  3. il basilico:
    • 3-4 rametti di basilico fresco da immergere nell’acqua bollente;
  4. la lavanda:
    • sotto forma di olio essenziale (non più di 3-4 gocce per litro d’acqua);
  5. il limone:
    •  il frutto tagliato a spicchi;
  6. l’origano maggiorana:
    •  5-6 foglie di maggiorana fresca da immergere nell’acqua bollente;
  7. il rosmarino: 
    • 5-6 rametti di rosmarino fresco da immergere nell’acqua bollente;
  8. il tea tree oil:
    • sotto forma di olio essenziale (non più di 3-4 gocce per litro d’acqua).

2) contro le infiammazioni

  1. l’anice:
    •  sotto la forma di frutti essiccati;
  2. la menta piperita:
    •  sotto la forma di foglie fresche o essiccate;
  3. lo zenzero:
    •  sotto la forma di radice tagliata a spicchi.

3) ingredienti salini contro il raffreddore e il naso chiuso

  1. il bicarbonato di sodio:
    •  il bicarbonato é indicato nel caso di raffreddore e di naso chiuso nella quantità di un cucchiaio per litro d’acqua;
  2. il sale grosso:
    •  é indicato in caso di raffreddore e naso chiuso nella quantità di un cucchiaio per litro d’acqua.

Modalità e durate dei fumenti

Non esistono delle modalità standard per fare fumenti.

Possono essere fatti a propria discrezione secondo le necessità ed il tipo di disturbo che si vuole trattare.

Come punto di partenza per un “normale” trattamento, ti consiglio di partire seguendo la seguente «formula classica»:

  1. inala i vapori caldi per 4-6 minuti alla volta,
  2. ripeti le inalazioni 1-3 volte al giorno,
  3. ciò fino alla scomparsa dei sintomi.

Alcune avvertenze

oli essenziali

Non è consigliabile in linea generale fare suffumigi utilizzando degli olii essenziali, se non nelle modalità e con le concentrazioni eventualmente consigliate da un medico.

I suffumigi con gli olii essenziali possono infatti peggiorare le eventuali condizioni asmatiche preesistenti, e produrre dei laringospasmi (contrazioni involontarie ed incontrollate dei muscoli laringei).

ustioni

L’acqua bollente necessaria per generare il vapore fare per le inalazioni, se entra direttamente in contatto con la pelle, in particolare con quella del viso potrebbe causare serie ustioni.

Nel 2015 i medici del Welsh Centre for Burns and Plastic Surgery hanno pubblicato sul British Journal of General Practitioners anno lanciato un appello ai medici ed agli infermieri britannici per interrompere le raccomandazioni di suffumigi ai pazienti più piccoli.

I suffumigi non devono essere considerati come sostitutivi dei trattamenti che ti prescrive il tuo medico curante.

Apparecchi inalatori per fare suffumigi

Se fossi interessato, sappi che online si possono trovano degli apparecchi a getto di vapore appositamente studiati per favorire un’inalazione ottimale dei suffumigi caldo-umidi.