Condizioni di salute

Il sudore notturno eccessivo

Il sudore notturno può non avere rilevanze patologiche.
Però può anche essere collegato ad una qualche malattia o condizione medica.
sudore notturno

Le sudorazioni notturne

Il sudore notturno consiste in episodi ripetuti di estrema traspirazione, in modo tale che si inzuppano il tuo pigiama o le lenzuola.

Un’abbondante sudorazione notturne è un condizione,

  1. che può non avere rilevanze patologiche,
  2. che può anche essere collegata ad una qualche malattia,
  3. che può dipendere anche da alcuni farmaci.

Ma che può essere dovuta a delle situazioni contingenti,

  • ad una tensioni emotiva,
  • ad una dieta errata,
  • ai cambiamenti ormonali in menopausa o in gravidanza;
  • in particolare quando hai dormito sotto troppe coperte o se la tua stanza è troppo calda, potresti svegliarti dopo aver sudato eccessivamente.

Sebbene le sudorazioni costituiscano una condizione di disagio, questi episodi solitamente non vengono etichettati come un sudore notturno indicativo di problemi medici.

le sudorazioni dovute a malattie

In genere, quelle sudorazioni notturne che possono anche essere un sintomo tipico di determinate malattie, sono associate febbre, al una perdita di peso, a dolori localizzati, a tosse, diarrea, o altri sintomi.

Sono varie del cause di questo tipo di sudori notturni.

Per scoprirle e per stabilire se c’è una patologia alla base dei sudori notturni, il medico deve disporre di un’anamnesi accurata e deve prescrivere degli esami.

Alcune cause di sudori notturni

Alcune delle condizioni atte a causare dei sudori notturni dipendono,

  1. da alcuni medicinali:
    • l’assunzione di alcuni medicinali può portare a sudori notturni;
    • quelli antidepressivi sono un tipo di medicinali che possono portare a sudori notturni (dall’8 al 22% delle persone che assumono antidepressivi, hanno dei sudori notturni);
    • ma anche altri psicofarmaci sono associati ai sudori notturni:
    • e ciò vale anche per molti altri farmaci, tra i quali, i medicinali che abbassano la febbre, come l’aspirina e il paracetamolo,
  2. dall’ansia,
  3. da malattie autoimmuni,
    • ovvero quelle patologie particolari che insorgono a seguito di un malfunzionamento del sistema immunitario,
  4. dalla neuropatia autonomica:
    • un gruppo di sintomi che si verificano quando vi è un danno ai nervi che regolano la pressione arteriosa,
  5. dalla brucellosi,
    • un’infezione causata da batteri appartenenti al genere Brucella,
  6. dalla sindrome da carcinoide,
    • una sindrome paraneoplastica causata dalla sregolata secrezione di ormoni (come serotonina, istamina, callicreina),
  7. dalla dipendenza da alcune sostanze,
    • come l’alcol, gli oppioidi, la cocaina, la cannabis, benzodiazepine, ecc.,
  8. da un’endocardite,
    • un’infezione delle valvole cardiache,
  9. dal virus dell’immunodeficienza umana (HIV) e dalla sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS),
  10. dal linfoma di Hodgkin (o malattia di Hodgkin):
    • un tumore maligno del sistema linfatico,
  11. dall’ipertiroidismo:
    • una sindrome causata da eccessiva produzione di ormoni tiroidei,
  12. dalla leucemia,
    • una malattia cronica o acuta contrassegnata da una sfrenata proliferazione degli elementi cellulari generatori dei globuli bianchi,
  13. dalla mielofibrosi,
    • un disturbo del midollo osseo,
  14. dal linfoma non-Hodgkin,
    • una neoplasia maligna del tessuto linfatico, con localizzazione primitiva nei linfonodi,
  15. dall’osteomielite,
    • un’infezione delle ossa,
  16. dal feocromocitoma:
    • un raro tumore della ghiandola surrenale,
  17. da un ascesso piogenico,
    • una cavità riempita di pus a causa di un’infezione,
  18. da disturbi del sonno,
    • come ad esempio l’apnea notturna istruttiva,
  19. dall’ictus,
    • ovvero l’infarto celebrale,
  20. dalla siringomielia,
    • una ciste contenente fluido nel midollo spinale,
  21. dalla tuberculosi,
    • una malattia contagiosa che si trasmette per via aerea mediante un batterio, il Mycobacterium tuberculosis,
  22. dalla menopausa,
    • se hai circa 50 anni, ed il tuo ciclo mestruale è irregolare o assente, e se non accusi altri sintomi, questa è molto probabilmente la loro causa.

Come eliminare o ridurre i sudori notturni

Il trattamento di elezione per i sudori notturni è legato alla causa che sta alla sua base; può essere ad esempio,

  • la correzione delle irregolarità ormonali,
  • la regolazione dei farmaci prescritti,
  • l’attenzione ai fattori che contribuiscono a questo disturbo.

Se non è possibile determinare una causa diretta della sudorazione eccessiva, il loro trattamento consiste nell’adozione di metodi e di accorgimenti, sia di prevenzione che di gestione della condizione, tra i quali,

  1. fare degli esercizi di respirazione e di rilassamento come lo yoga, il Pilates, il Tai Chi Chuan;
  2. dormire in un ambiente fresco e con addosso indumenti e lenzuola leggeri, traspiranti e non sintetici;
  3. applicare un antitraspirante di efficacia clinica a quelle parti del corpo che sudano di più: le ascelle, le mani, i piedi, il cuoio capelluto, la schiena, il petto o l’inguine;
  4. evitare di coprirsi troppo;
  5. evitare di assumere alcol, caffeina, cibi piccanti, e di mangiare 2-3 ore prima di andare a letto;
  6. evitare le diete ricche di zuccheri e di grassi;
  7. dormire in una stanza con aria condizionata o con un ventilatore;
  8. praticare degli esercizi di respirazione e di rilassamento prima di dormire ed anche dopo essersi svegliati in seguito a sudori notturni;
  9. fare esercizi fisici in modo adeguato;
  10. mantenere un peso normale;
  11. bere acqua a sufficienza durante il giorno.

I medicinali anticolinergici possono aiutare a ridurre la sudorazione: dovrebbero tuttavia essere assunti solo dietro prescrizione medica.

In ogni caso, se soffri di sudori notturni, consulta il tuo medico per avere una diagnosi accurata.

L'autore

Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
    Potresti essere interessato a:
    Condizioni di salute

    La fenomeno di Raynaud, e la sindrome di Raynaud: sintomi e trattamenti

    Condizioni di salute

    L'enuresi notturna nei bambini

    Condizioni di salute

    La celiachia, o malattia celiaca

    Condizioni di salute

    La diarrea: sintomi, diagnosi, cure