Le statine naturali per abbassare il colesterolo

Avere alti valori di colesterolo vuol dire essere maggiormente a rischio di attacchi di cuore e di ictus.
Perciò è buona norma tener sotto controllo i suoi valori e, se necessario, cercare di abbassarli seguendo le prescrizioni del medico curante.

I rischi legati al colesterolo alto

Avere alti valori di colesterolo vuol dire essere maggiormente a rischio di attacchi di cuore e di ictus.

Le malattie del cuore rappresentano la prima causa di morte in Italia. Per dare un’idea della rilevanza del problema, proponiamo una tabella che mostra le cause di morte in Italia nel 2012 e nel 2007.

Statine natural i - Morti in Italia
Fonte: Istat

In commercio ci sono tanti prodotti utili per trattare il problema dell’ipercolesterolemia

Tra tutti i farmaci utili a ridurre il colesterolo e quindi utili a ridurre i rischi di sviluppare dei problemi cardio-circolatori, gli ultimi tre decenni stanno registrando un boom di vendite le statine sintetiche.

L’azione delle statine sul colesterolo

Quando si parla di statine ci si riferisce ad una classe di farmaci naturali o sintetici.

Le statine inibiscono la sintesi del colesterolo prodotto dal corpo umano (colesterolo endogeno).

  • Agiscono bloccando un enzima prodotto dal fegato, chiamato HMG-CoA redattasi : é da qui che nasce il processo di sintetizzazione e di rilascio del colesterolo.
  • Questo enzima viene inibito dalle statine, riducendo in tal modo significativamente i livelli plasmatici del colesterolo e dei trigliceridi.
  • Esistono tipi di statine che sono persino in grado di contribuire alla riduzione del colesterolo già formato nel corpo e che si trova nei vasi sanguigni.

Il nostro corpo ha necessità del colesterolo. Ma non tutto il colesterolo è «buono». Quello «cattivo», cioè le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), provoca dei blocchi nei vasi sanguigni e provoca così un aumento della pressione sanguigna.

E’ proprio per questo motivo che il fatto di avere un livello alto di colesterolo, significa essere più a rischio di attacchi di cuore e di ictus.

Da ciò l’importanza di ridurre il tasso di colesterolo in eccesso. Se non riesci a farlo con una dieta equilibrata e con un po’ di sano esercizio fisico, il tuo medico potrà prescriverti le statine.

Diverse ricerche mediche hanno dimostrato che questi farmaci sono efficaci nella prevenzione delle malattie cardiache.

I medici in genere prescrivono le statine, solo se i livelli di colesterolo LDL sono superiori a 100 mg / dL, e solo se non è possibile abbassarli con un miglioramento dello stile di vita o per vari altri motivi: per esempio, nel caso di alto rischio di sviluppare una malattia cardiaca, o nel caso di un soggetto abbia già avuto un attacco di cuore o un ictus.

In Italia, le statine sono uno dei farmaci maggiormente prescritti dai medici nei casi di colesterolo alto, e le si assumono solitamente sotto forma di compresse.

Attualmente sono maggiormente utilizzate le seguenti statine, tutte di origine sintetica o semi-sintetica:

  • Atorvastatina,
  • Fluvastatina,
  • Lovastatina,
  • Pravastatina,
  • Rosuvastatina,
  • Simvastatina,
  • Pitavastatina.

Le statine naturali

Statina é il nome generico che viene dato a qualunque farmaco capace bloccare un processo biochimico come la sintesi del colesterolo. Come detto, le statine più utilizzate sono quelle d’origine sintetica o semi-sintetica.

Non sono però le uniche, perché esistono anche delle statine naturali, con le quali si realizzano degli integratori alimentari utili ad abbassare il colesterolo.

Ed è appunto di questi prodotti che parleremo: parleremo degli integratori alimentari considerati più utili per abbassare i livelli di colesterolo.

riso rosso fermentato / integratori di monacolina K

Si tratta di un prodotto tipico nella tradizione asiatica, che viene usato per trattare una varietà di condizioni mediche, tra cui il colesterolo alto, la diarrea e il bruciore di stomaco.

Il principio attivo del lievito di riso rosso, è una sostanza chiamata monacolina K, ed è proprio questa sostanza che possiede la capacità di bloccare la produzione del colesterolo.

Per chi non desidera mangiare del riso rosso fermentato, esistono degli integratori di monacolina K.

psillio (plantago psyllium) / integratori di psyllium

Il psillio è un’erba medicinale che contiene grandi quantità di fibre, e che perciò viene spesso usata per trattare la costipazione.

Il seme e la buccia di questo prodotto erbaceo, vengono trattati e poi raffinati per produrre una polvere,. Questa  polvere può essere aggiunta agli alimenti o mescolata nell’acqua: la dose consigliata per abbassare il colesterolo è di 10-12 grammi ogni giorno.

Puoi trovare integratori di psyllium in farmacia o in parafarmacia. Oppure li puoi acquistare comodamente online.

fieno greco  / integratori di fieno greco

Si tratta di un tipo di pianta molto comune in Europa e in Medio Oriente, e di cui abbiamo parlato in modo approfondito in un altro nostro articolo.

I suoi piccoli semi marroni, già diversi secoli fa venivano usati per fare dei medicinali.

Oggi è possibile assumere integratori alimentari a base di fieno greco, sia sotto forma di spezia, sia in polvere, sia in pillole o in forma liquida.

Anzi ad onor del vero, nei negozi di “natura e benessere” non è difficile trovare anche delle tisane, o prodotti di bellezza come creme per la pelle, che contengono fieno greco.

olio di pesce  / integratori di omega-3

Sicuramente si tratta di una sostanza di cui già avevi sentito parlare (se non altro perché noi ne abbiamo già parlato qui).

Alcuni pesci come il salmone, il tonno, le acciughe e le sardine, sono ricche di un acido grasso particolare, l’omega-3, che favorisce il cosiddetto colesterolo «buono».

Per contribuire a ridurre i livelli di trigliceridi, e per ottenere una migliore protezione dalle malattie cardiache, puoi mangiare tanto pesce. Oppure puoi assumere degli integratori alimentari che abbiano l’olio di pesce.

L’importanza di una dieta sana ed equilibrata

Sicuramente sentirai dire spesso che per avere un corpo sano bisogna mangiare bene. Ma cosa vuol dire in pratica ?

I nutrizionisti consigliano in genere una dieta ricca di fibre, ricca di carboidrati complessi piuttosto che di quelli semplici: ovvero, invece che il pane e la pasta, sarebbe bene mangiare più cereali integrali.

Per ridurre il livello di colesterolo, dovresti eliminare gradualmente, a seconda della tua situazione personale naturalmente, formaggi, latte intero e uova.

Ricordati però che ci sono alcuni tipi di grassi che fanno bene (ad esempio quelli contenuti nell’olio di oliva e nelle noci).

un consiglio

Se hai il colesterolo troppo alto, prima di assumere dei prodotti siano essi farmaci o integratori alimentare ti consiglio di rivolgerti sempre al tuo medico: questo nostro articolo ha infatti solo scopi informativi e non sostituisce il tuo rapporto con il tuo medico curante.

BFC
Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale