Salute

Saltare la colazione: 5 buone ragioni per non farlo

Basandoci su quello che ci dice la scienza e l'esperienza, vediamo assieme perché la colazione è il pasto più importante della giornata e perché non dovremo mai "saltarla".
colazione

La colazione ed i rischi che possono derivare dal saltarla

Per mantenerci in forma ed in buona salute è molto importante il primo pasto, quello che consumiamo al mattino appena ci alziamo: la prima colazione.

Che sia il pasto più importante della giornata lo sappiamo sin da bambini. Spesso pero, da adulti è forte la tentazione di saltare la colazione magari per ridurre l’apporto calorico giornaliero per riuscire a perder qualche chilo.

Ma al di là dell’ovvio effetto “del salto” sulla conta delle calorie, per quali ragioni non è una buona idea ?

I motivi sono diversi: solo per ricordarne alcuni, vanno dal rallentamento del metabolismo, all’aumento della sensazione di fame.

Ma vediamo più in dettaglio cinque dei principali motivi per cui non la si dovrebbe saltare.

1. aumenta il rischio cardiovascolare

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association (JAMA), rispetto a quelle che fanno una normale colazione, le persone che saltano la colazione hanno circa il 27% in più di possibilità di avere un attacco di cuore.

La dott.ssa Leah Cahill che ha guidato questa ricerca, sostiene infatti che il fatto d’indulgere in una sana colazione potrebbe effettivamente frenare il rischio di attacchi di cuore. [1]

Si sa anche, che le persone che saltano la prima colazione hanno un’aumentata suscettibilità all’ipertensione il che, a sua volta, le espone ad un aumento del rischio di sviluppare delle patologie cardiovascolari croniche, tra cui l’ictus.

2. aumenta il rischio di diabete di tipo 2

La Harvard University School of Public Health ha portato avanti nell’arco di circa sei anni una ricerca finalizzata a trovare una correlazione tra le abitudini alimentari e la salute che aveva coinvolto 46.689 donne.

I risultati della  ricerca sono stati sorprendenti. E’ emerso infatti,

  • che, rispetto alle donne che facevano colazione ogni giorno, le donne che avevano l’abitudine di evitare la colazione erano a maggior rischio di sviluppare il diabete di tipo 2,
  • che le donne che lavoravano saltando i pasti del mattino avevano il 54% in più di possibilità di sviluppare il diabete di tipo 2. [2]

3. aumenta la nostra possibilità di ingrassare, e riduce il metabolismo

Se segui un regime dietetico volto alla perdita di peso ed hai l’abitudine di saltare la colazione, pensaci due volte.

Infatti, stando a degli studi condotti sugli impatti negativi derivanti dal fatto di non mangiare la colazione, le persone che saltano il pasto del mattino hanno maggiori possibilità di ingrassare: quindi si ottiene l’esatto contrario dell’obiettivo di dimagrire.

Sei confuso? Continua a leggere.

Saltare la colazione stimola infatti il desiderio di cibi grassi e di cibi zuccherati. Inoltre, dal momento che nel corso della giornata i morsi della fame saranno piuttosto intensi si finisce per rimpinzarci, per ingozzare tutto ciò che si trova durante il giorno.

Più alti saranno i livelli dei morsi di fame, maggiore sarà la quantità di cibo che viene assunto e che rischia di superare il consumo calorico giornaliero raccomandato.

Per cui una costante abitudine di saltare la colazione comporterà alla fine un aumento di peso e non una sua perdita. [3]

Ma non solo. Secondo diversi studi condotti sull’importanza della colazione, le persone che mangiano al mattino appena alzati, hanno un livello di metabolismo più alto anche quando sono a riposo, e quindi hanno un maggior dispendio calorico. [8]

4. aumenta l’affaticamento durante la giornata

Secondo uno studio apparso nel 1999 sulla rivista di fisiologia e comportamento Physiological Behavior che è la rivista ufficiale della International Behavioral Neuroscience Society, il fatto di evitare la colazione può avere degli impatti negativi sull’energia e sull’umore delle persone.

Un team di ricerca britannico aveva condotto uno studio su 144 persone sane a digiuno notturno. Erano state divise in tre gruppi:

  • al primo è stata data una colazione sana e moderata,
  • al secondo solo del caffè,
  • al terzo gruppo non è stata data la colazione.

I tre gruppi erano stati quindi monitorati per un paio d’ore.  

Ne era risultato che il gruppo a cui non è stata data la colazione, aveva dimostrato di avere minori capacità di memoria e più elevati livelli di affaticamento.

Nessuna significativa differenza era stata invece rilevata relativamente agli altri due gruppi.

In conclusione: il fatto di saltare la colazione al mattino potrebbe abbassare i livelli di energia ed avere un impatto negativo sulla memoria delle persone. [4]

5. riduce le funzioni cognitive e può causare mal di testa

Nell’ambito di una dieta quotidiana, la colazione comporta un migliore funzionamento cognitivo.

Due ricerche su questo tema erano state condotte su un gruppo di adolescenti di età compresa tra 12 e 15.

  • Ad un gruppo di adolescenti era stato permesso di fare la colazione.
  • Al secondo fu chiesto di astenersi dal pasto del mattino.

I risultati sono stati interessanti. In un test di ricerca visiva, il gruppo che era in “regime” di colazione aveva dimostrato una maggiore precisione, mentre quello in “regime” di mancanza di colazione aveva dimostrato delle limitazioni nei risultati: la colazione dà una spinta alla funzione cognitiva. [5]

Ancorché questi risultati si riferiscano a degli adolescenti, possono essere facilmente estesi anche agli adulti.

Saltare i pasti innesca un enorme calo dei livelli di zucchero, il che a sua volta innesca il rilascio di ormoni che potrebbero compensare i bassi livelli di glucosio.

D’altra parte, questo fatto aumenta i livelli di pressione del sangue, innescando delle emicranie e dei mali di testa. [6]

L’incidenza di questi “salti di livello” è più alta quando si salta la colazione, poiché questo è il primo pasto che si consuma dopo quasi 12 ore di digiuno.

Quindi, se vuoi evitare questi mali di testa, cerca di mangiare a colazione.

Per concludere

Gli effetti negativi di saltare la colazione appena illustrati sono abbastanza rilevanti per convincere una persona ad iniziare a far colazione.

Cerchiamo quindi di assumere, anche al mattino, alimenti non squilibrati dal punto di vista nutrizionale, in modo da avere le energie necessarie per affrontare efficacemente la giornata che ci aspetta.

E non di accontentarci di un “semplice” caffé che, a stomaco vuoto, può solo irritare in nostro apparato digerente con conseguenti gastriti e reflusso esofageo.

L'autore

Aida Teresa collabora da anni esclusivamente con un ristretto e selezionato numero di pubblicazioni online. Questo le ha consentito di specializzarsi nella redazione di notizie e articoli sui temi della medicina, dello sport e della bellezza.
    Potresti essere interessato a:
    ArtriteSalute

    Artrite reumatoide e osteoartrosi: sintomi comuni e differenze

    Salute

    Ghiandola tiroidea e ormoni tiroidei: le disfunzioni ed i relativi trattamenti

    Salute

    Allergia o raffreddore? Differenze tra rinite allergica e raffreddore

    SaluteVitamine e integratori

    Magnesio Supremo®: benefici, utilizzi, prezzi