Salute mentale

8 rimedi naturali contro l’ansia

Anche alcuni cambiamenti dei nostri stili di vita possono servirci a contrastare gli stati d'ansia.
Se vuoi sapere come combattere l'ansia in modo naturale, continua a leggere: illustreremo nove modi utili allo scopo.
ansia

Il problema dell’ansia

L’ansià è un problema cche interessa molte persone. Secondo un rapporto dell’Istat del 2017 sono due milioni e mezzo gli italiani che soffrono di disturbi d’ansia. Da parte sua, l’Osservatorio nazionale sull’impiego dei medicinali (OsMed) dell’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) ha registrato che la spesa per i derivati benzodiazepinici ansiolitici è arrivata nel 2008 alla cifra di 377,2 milioni di euro.[1]

L’ansia è uno stato d’incertezza, d’apprensione, di agitazione, una sorta di meccanismo d’allarme per il proprio equilibrio che spesso è difficile contrastare. I suoi sintomi fisici più comuni sono la sudorazione e la tachicardia.

In certe situazioni,  un po’ d’ansia è una condizione del tutto normale. Uno stato d’ansia continuo no. Perciò quando si è costantemente in una condizione ansiosa, è necessario affrontare la situazione per non lasciare che questa comprometta la nostra salute ed il nostro il benessere psico fisico.

Da ricordare 

Se soffri d’ansia dovresti pensare di parlarne con uno psicoterapeuta o col tuo medico di famiglia. I rimedi che noi ti illustriamo non vogliono e non possono incidere sul rapporto medico (psicoterapeuta) – paziente. Poi, se ti dovesse creare una maggior ansia il fatto di parlarne con uno specialista,  leggi il paragrafo conclusivo di questo articolo: ti aiuterà a preparati per l’incontro.

Otto modi naturali per togliersi l’ansia di dosso

1. cerca di distrarti, di divertirti, di ridere

Fai tutto ciò che puoi, per distogliere la tua mente dai problemi che ti assillino, per distrarti, che ti possa far ridere. Una buona risata ha comprovati benefici effetti terapeutici per la nostra salute mentale. [2]

2. fai dell’esercizio fisico

Anche solo fare una camminata veloce o correre può servire a rilassarci mentalmente ed anche a ridurre i sintomi dell’ansia. Tieni anche presente che  in linea generale, le attività fisiche ad alta intensità sono più efficaci di quelle a bassa intensità. [3]

3. medita

La meditazione è una tecnica mediante la quale si cerca di focalizzare la propria mente sopra un oggetto, su un pensiero, cercando di acquisire una consapevolezza mentale e cercare di raggiungere uno stato emotivamente calmo. Le pratiche di meditazione come lo yoga possono innescare dei neurotrasmettitori che aiutano a modulare i nostri sintomi dell’ansia. [4]

4. non togliere ore al tuo sonno

Il dormire a sufficienza è in molti modi importante per nostro corpo. I disturbi del sonno sono molto comunemente associati anche a disturbi d’ansia. [5] Trovare il modo di dormire regolarmente per circa 7-8 ore ogni notte è un ottimo approccio anche per affrontare l’ansia.

5. fai delle profonde respirazioni

Proprio come la meditazione, anche una respirazione profonda è una (diffusa) tecnica di rilassamento che serve a migliorare l’umore e ridurre i livelli di stress. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Cognition and Emotion, una respirazione profonda può ridurre significativamente i sintomi dell’ansia e migliorare le nostre prestazioni. [6]

6. mangia sano

Il fatto di mangiare dei cibi salutari, ricchi di nutrienti, ha più di un impatto benefico per l’uomo. Non solo giova alla salute mentale, ma può anche servire moltissimo a combattere l’ansia. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology una maggior assunzione di frutta e di verdure crude è direttamente correlata a più elevati risultati in termini di salute mentale. [8]

7. smetti di fumare

Il fumo potrebbe anche metterci a maggior rischio di sviluppare ansia. Ciò è dovuto principalmente alle sostanze come la nicotina che sono presenti nel fumo delle sigarette, e che possono anche influenzare la nostra salute mentale in generale. [9]

8. evita l’alcol e la caffeina

Le bevande alcoliche e quelle che contengono della caffeina possono innescare in noi dei problemi d’ansia. [10, 11] Eì ben vero che il bere degli alcolici o delle bevande con la caffeina può inizialmente darci nel breve un sollievo dall’ansia, tuttavia a lungo termine un’eccessiva assunzione di tali bevande può indurre in noi ansia. Quindi, è meglio ridurre o interrompere l’assunzione di alcol e quella di caffeina.

L’ansia patologica

I suggerimenti che ti abbiamo appena dato dovrebbero averti fatto comprendere come le abitudini di vita possano avere  un importante ruolo sulla nostra salute mentale.

Correggere / migliorare la qualità della nostra vita può sicuramente esserci utile a combattere l’ansia, ma non necessariamente a risolverla

Occorre precisare che l’ansia di per sé non è una patologia. Quando però è ingiustificata, vuoi perché viene associata ad eventi neutri o non pericolosi, vuoi perché é sproporzionata rispetto alle situazioni e va ad incidere con la nostre prestazioni, allora può costituire un vero e proprio disturbo.

Nel caso tu fossi in una condizione d’ansia patologica, consulta un medico,

  • sia per escludere l’esistenza di eventuali problemi sottostanti,
  • sia soprattutto per evitare che l’ansia possa peggiorare la qualità della tua vita, le tue prestazioni lavorative e la tua vita sociale.

Come prepararsi per l’appuntamento con uno specialista

Quando si soffre d’ansia, è difficile fare quel primo passo: interpellare il medico e fissare con lui un appuntamento. Ciò in quanto,

  • alcune persone si trovano a disagio ad esternare i propri stati emotivi;
  • altre sono scettiche riguardo alla psicoterapia e, più in generale al fatto che qualcuno possa aiutarli a superare i loro personali problemi.

Tuttavia, la verità sta nel fatto che se non si consulta uno specialista, non si hanno gli elementi per trarre delle conclusioni circa l’efficacia delle terapie e dei trattamenti relativi.

Può essere utile prepararsi a questo appuntamento annotando alcune informazioni circa i sintomi e circa le domande da porgli. Perciò, qualche giorno prima della data dell’appuntamento, prenditi un pò di tempo per annotare queste circostanze.

  1. I sintomi: cosa succede quando ti senti ansioso? In che modo i tuoi sintomi interferiscono con le attività quotidiane? Hai attacchi di panico ?
  2. Le situazioni, i luoghi o gli eventi che ti rendono ansioso.
  3. I momenti della giornata in cui sei più ansioso.
  4. I principali tuoi fattori di stress: ci sono degli importanti cambiamenti in corso nella tura vita? ci sono degli eventi traumatici che hai vissuto di recente o nel tuo passato?
  5. Le tempistiche: da quanto tempo hai ansia?
  6. Il tuo stato di salute: soffri di malattie o di disturbi? sei in trattamento farmacologico? in tal caso fai un elenco di tutti i farmaci, tra cui anche vitamine, farmaci da banco ed integratori che stai assumendo.
  7. Assumi degli alcolici?  delle droghe ricreative?
  8. C’è una storia familiare di ansia o altre condizioni di salute mentale?

Maggiori informazioni potrai condividere con il tuo medico, meglio sarà. Tutto aiuta il medico a capire meglio la tua situazione.

Oltre che alle informazioni sulla tua persona, potresti anche voler annotare una qualsiasi domanda ti venga in mente: é facile dimenticare le domande che si vorrebbero fare, e scriverle ti aiuterà a ricordale.

L'autore

Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
    Potresti essere interessato a:
    Salute mentale

    Gli alimenti che incidono sulla serotonina: le cose da sapere

    Salute mentale

    Fame emotiva: come combatterla con 5 "strategie"

    Salute mentale

    Il triptofano negli alimenti e negli integratori: utilizzi

    Salute mentale

    Fame emotiva, come contrastarla