Mangiare l’aglio crudo fa bene. Ecco perché

- Posted by Author: Alberto R in Category: Cibi e ricette | 3 min read

Analizzeremo i benefici derivanti dal mangiare aglio crudo, e descriveremo gli utilizzi più comuni di questo rimedio naturale.

aglio crudo

L’assunzione dell’aglio crudo

Numerose ricerche anche recenti hanno dimostrato che mangiare aglio crudo apporta alla salute straordinari benefici. Ma perché ti chiederai? Perché l’aglio crudo ha molte proprietà che vanno,

  • da quelle antiossidanti a quelle antifungine,
  • da quelle antivirali a quelle antibatteriche,
  • dalla sua capacità di combattere il cancro a quella di aumentare l’immunità contro le malattie.

Appunto sopratutto grazie alle sue capacità curative, l’aglio crudo viene tradizionalmente utilizzato a scopo preventivo e, in alcuni casi persino per il trattamento e la cura di diverse problematiche di salute.

Va da sé naturalmente che prima di utilizzare l’aglio per scopi terapeutici, noi dobbiamo prima consultare un medico.

Le proprietà ed i benefici dell’aglio crudo

Quando ci riferiamo all’aglio crudo, ci riferiamo alla sua parte commestibile, ovvero ai suoi bulbilli (i suoi spicchi).

Consumare l’aglio crudo – a parte l’«alito pesante» – genera un generale senso di benessere nel nostro organismo.

Viene comunemente utilizzato in particolare per i suoi effetti digestivi, diuretici ed antiipertensivi.

In virtù di queste, e di altre, sue proprietà viene utilizzato

1. come un antimicotico naturale

L’utilizzo dell’aglio come agente antimicotico è  supportato da numerose ricerche, articoli e pubblicazioni.

La maggior parte delle sue capacità antifungine sono da attribuirsi all’allicina, che è il prodotto della reazione fotochimica che si ha quando gli spicchi d’aglio crudo vengono schiacciati o tritati.

Per le sue proprietà antimicotiche l’aglio viene utilizzato per il trattamento:

  1. dell’acne,
  2. delle problematiche connesse all’eccessiva presenza nel corpo di batteri dei funghi del genere candida.

2. come antiossidante

Il suo potere antiossidante é largamente attribuibile all’allicina, cioè allo stesso composto responsabile delle proprietà antimicotiche dell’aglio crudo schiacciato o tritato. L’allicina è stata definita come uno dei più potenti antiossidanti presenti negli alimenti.

Quella presente nell’aglio aiuta a proteggere il nostro organismo dai radicali liberi, ovvero da quelle molecole d’ossigeno che possono attaccare le cellule sane, causando danni cellulari.

Per i loro effetti negativi sulle cellule, i radicali liberi sono responsabili di molte problematiche quali,

  • alcune malattie agli occhi,
  • la demenza,
  • l’artrite reumatoide,
  • alcuni problemi cardiovascolari,
  • il diabete,
  • l’arteriosclerosi,
  • un sistema immunitario compromesso,
  • determinati tipi di cancro e persino l’Alzheimer.

Oltre che a combattere i disturbi e le malattie più comuni, la capacità dell’aglio di eliminare i radicali liberi può servire anche a mantenere giovane la nostra pelle. Come? Combattendo l’invecchiamento prematuro causato dall’eccessiva esposizione alla luce Eliminando i radicali liberi l’aglio può contribuire a limitare la formazione di rughe e di smagliature dovute all’esposizione al sole.

3. come un antibiotico naturale

Diversi studi e ricerche pubblicati su riviste mediche, sembrano confermare le proprietà antibatteriche ed antivirali che tradizionalmente vengono associate all’aglio.

Tuttavia per quanto ne sappiamo, le ricerche non sono ancora sufficienti per trarre una conclusione definitiva sull’efficacia dell’aglio come antibiotico.

4. come «anti-cancro»

L’aglio crudo sembra esercitare le sue proprietà «anti-cancro» attraverso diversi meccanismi, tra i quali,

  • (come a abbiamo visto sopra) l’inibizione della produzione dei radicali liberi,
  • l’attivazione degli enzimi che rendono non tossici gli agenti cancerogeni,
  • e la regolazione dell’arresto del ciclo cellulare.

Oltre a questo, è stato dimostrato che l’aglio crudo induce l’apoptosi (conosciuta anche come «morte programmata delle cellule»).

5. come un’utile alternativa per le persone insulino-resistenti

Secondo uno studio pubblicato nel 2005 nell’European Journal of Pharmacology, si associano all’olio di aglio ed al diisolfuro di diallile gli effetti benefici per la salute delle persone insulino-resistenti: questi due composti sembrano migliorare la capacità del corpo di reagire efficacemente all’azione dell’insulina e di combattere l’insulino-resistenza.

E’ assolutamente stupefacente constatare come alcune delle piante che – letteralmente –  sono alla nostra portata di mano, possano avere delle proprietà terapeutiche così importanti.

Tuttavia come detto, prima di utilizzare questi semplici rimedi naturali a scopo terapeutico è bene rivolgersi al medico.

Infine occorre tener conto che – come accade anche con i medicinali sintetici, anche con quelli naturali (aglio incluso) –  sia le dosi sia le durate di somministrazione sono fondamentali per arrivare ai risultati che si desiderano ottenere

Nel caso dell’aglio crudo per esempio, potremmo scoprire che mangiare solo un quarto di spicchio d’aglio al giorno non è sufficiente per beneficiare appieno dei sui effetti terapeutici.

Ciò detto, in alcune persone l’aglio potrebbe innescare delle allergie.

Per un approfondimento sull’aglio e sui suoi utilizzi, rimandiamo all’articolo: Aglio: proprietà benefiche di compresse, polvere ed estratti.

Per approfondire


***

I nostri servizi e contenuti sono solo a scopo informativo. Segretiperstarbene.it non fornisce consulenza medica, diagnosi o trattamento. Questo sito si basa sul supporto dei lettori: quando comprate attraverso i link sul sito, potremo ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione. Parecchi prodotti che presentiamo sono acquistabili online su Amazon.it, ma non siamo in alcun modo collegati ad Amazon. Il prezzo finale di vendita può variare per motivi indipendenti da noi: verificalo sempre prima di concludere l'acquisto.