Farmaci

La pseudoefedrina

La pseudoefedrina è un farmaco da banco broncodilatatore e decongestionante nasale.
In associazione ad altri principi attivi viene utilizzata nel trattamento di raffreddori, allergie e febbre da fieno.
Ancorché ne allevi i sintomi, la pseudoefedrina non tratta e non velocizza la guarigione delle condizioni di salute sottostanti.
Pseudoefedrina

La pseudoefedrina, cos’è

La pseudoefedrina è una molecola che agisce sui recettori beta-adrenergici nella mucosa del tratto respiratorio.

Si tratta di un cosiddetto (indifferentemente),

  • farmaco da banco  – FdB,
  • farmaco OTC – dall’inglese Over The Counter.

La pseudoefedrina produce una vasocostrizione. In tal modo allevia le congestioni nasali causate dal raffreddore, dalle allergie e dal raffreddore da fieno.

Attenzione però che la pseudoefedrina allevia i sintomi, ma non tratta le cause.

Da ricordare

Questo farmaco, anche se da banco non dovrebbe essere usato per l’automedicazione senza prima aver consultato il proprio medico.

I suoi impieghi

La pseudoefedrina viene utilizzata sotto forma di compresse bianche cristalline – oppure sotto forma di soluzione orale:

  • sia in mono terapia,
  • sia in combinazione con antistaminici, paracetamolo e/o ibuprofene.

E’ particolarmente utile nei casi,

  • di raffreddori,
  • di riniti,
  • di sinusiti,
  • o di allergie.

Dopo la somministrazione orale della pseudoefedrina, nell’arco di 30 minuti si ha una decongestione nasale che poi persiste per 4 – 6 ore.

Questo farmaco viene talvolta utilizzato anche,

  • per prevenire i dolori ed i blocchi dell’orecchio causati dalle variazioni di pressione durante i viaggi aerei o durante le immersioni subacquee: a questo riguardo, per avere ulteriori informazioni parlane col tuo medico;
  • per altri usi: anche in questo caso parlane prima con il tuo medico.

Il suo utilizzo relativamente ai bambini

Fai attenzione al fatto che i prodotti contenenti pseudoefedrina possono causare ai bambini piccoli gravi effetti collaterali ed anche la morte.

Per questa ragione, non somministrare dei prodotti a base di pseudoefedrina senza ricetta medica a bambini di età inferiore ai 4 anni.

Se la somministri ai bambini di età compresa tra 4 e 11 anni, fai attenzione e segui attentamente le istruzioni contenute nella confezione d’acquisto.

In ogni caso, come detto, parlane prima col pediatra o col medico curante.

Se i sintomi non migliorano entro 7 giorni o in caso di febbre, interrompine l’assunzione ed interpella il medico.

Posologia

La pseudoefedrina viene di solito presa secondo le varie necessità.

Se invece il medico ti ha prescritto di assumerla regolarmente, segui le sue indicazioni e non prenderne una dose doppia per compensare un’eventuale dose “persa”.

Alcune avvertenze

Prima di assumere la pseudoefedrina,

  1. informa il tuo medico se sei allergico alla pseudoefedrina, a qualsiasi altro farmaco, o ad uno qualsiasi degli ingredienti inattivi presenti nel farmaco che intendi assumere: per l’elenco degli ingredienti leggi il “bugiardino” contenuto nella sua confezione;
  2. non assumere la pseudoefedrina se stai assumendo un inibitore della monoamino ossidasi come, l’isocarbossazide, la fenelzina, la selegilina o la tranilcipromina;
  3. informa il medico circa i farmaci (con o senza prescrizione), le vitamine, gli integratori alimentari, ed i prodotti a base di erbe che stai assumendo o che intendi assumere;
  4. informa il tuo medico se hai o hai avuto:
    • problemi di pressione alta,
    • glaucoma,
    • diabete,
    • difficoltà a urinare,
    • problemi alla tiroide o problemi di cuore.
  5. informa il tuo medico se sei incinta o stai programmando una gravidanza.

Se stai seguendo un qualche trattamento con la pseudoefedrina e ti devono operare (compresa la chirurgia dentale), informa il medico che stai assumendo questo farmaco.

Gli effetti collaterali

La pseudoefedrina può causare i seguenti effetti collaterali:

  • irrequietezza,
  • nausea,
  • vomito,
  • debolezza,
  • mal di testa,
  • nervosismo,
  • vertigini,
  • difficoltà a dormire,
  • mal di stomaco,
  • respirazione difficoltosa,
  • battito cardiaco veloce, martellante o irregolare.

Gli alimenti e le bevande che contengono grandi quantità di caffeina possono peggiorare gli effetti collaterali della pseudoefedrina.

La pseudoefedrina può comunque anche causare altri effetti collaterali.

Farmaci che contengono pseudoefedrina

Ecco i nomi commerciali di alcuni farmaci a base di pseudoefedrina.

  • actifed
  • actigrip
  • actigrip giorno & notte
  • actifed composto
  • nurofen influenza e raffreddorere
  • reactine

Gli effetti dopanti della pseudoefedrina

A causa dei suoi effetti stimolanti, la pseudoefedrina è stata inclusa nella Lista delle sostanze proibite : è proibita quando la sua concentrazione nelle urine è superiore a 150 microgrammi per millilitro.

Se sei un atleta dovresti parlare con il tuo medico prima di assumere dei farmaci a base di pseudoefedrina.

Pseudoefedrina e droghe ricreazionali

Quelle che vengono definite droghe ricreazionali sono tutte accomunate di modi di consumo per scopi ricreativi in particolari condizioni ambientali.

La pseudoefedrina è l’isomero 1S,2S dell’efedrina. Entrambe possono facilmente essere chimicamente convertite,

La pseudoefedrina per dimagrire

In Italia è fatto divieto di prescrivere e di fare delle preparazioni a scopo dimagrante a base di pseudoefedrina per quantitativi superiori ai 2.400 mg per ricetta “in quanto ritenuto pericoloso per la salute pubblica” (Decreto ministeriale del 27 luglio 2017).

L'autore

Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
    Potresti essere interessato a:
    Farmaci

    Il pantoprazolo (Pantorc, Pantopan)

    Farmaci

    I farmaci che incidono sul nostro sonno

    Farmaci

    Il paracetamolo, ed i farmaci a base di paracetamolo

    Farmaci

    La fenilefrina