Gli integratori di piperina e di curcuma, aiutano a dimagrire?

Gli integratori a base di piperina e curcuma possono aiutarci a dimagrire.
A patto però che siano abbinati ad uno stile di vita salutare e ad una dieta ipocalorica.
L'integratore alimentare Piperina & Curuma Plus.

L’esigenza di perdere peso per mezzo di integratori alimentari

Come tutti sappiamo, le “chiavi” per dimagrire sono un corretto stile di vita, una dieta equilibrata, e fare dello sport.

Tuttavia, non sempre si riesce a rispettare tali condizioni, molto spesso per mancanza di tempo e, d’altro canto, i risultati non sono immediati.

Per questa ragione potrebbe essere utile ricorrere a degli aiuti esterni, quali potrebbero essere costituiti da degli integratori alimentari che servono ad accelerare il processo di dimagrimento ed a risparmiare tempo.

Tra questi sono sono molto efficaci anche quelli a base di piperina e di curcuma, di cui ora parleremo.

Le proprietà dimagranti della piperina

piperina_seccaLa piperina è un alcaloide, di colore giallo o cristallino, contenuto nel pepe nero famoso per le sue numerose proprietà dimagranti.

Svolge queste sue azioni dimagranti in due modi:

  • da un lato blocca la formazione di nuovo tessuto adiposo, inibendo i geni che sono responsabili della sua nascita;
  • dall’altro, aiuta a bruciare quello già esistente agendo, sull’insulino-resistenza, sui livelli di glucosio nel sangue, sulla pressione sanguigna, sul peso corporeo, sui livelli di leptina e sul metabolismo muscolare.

Svolge anche un’importante azione termogenica,

  • ed attiva quindi quei processi fisiologici che necessitano di un dispendio energetico,
  • la quale energia viene prelevata dal grasso che si trova depositato nei muscoli e che di conseguenza si ossida.

In poche parole, il grasso bianco ossia quello depositato si comporta come il grasso bruno che ci fornisce una immediata energia.

In questo modo si ha anche un’accelerazione ed una stimolazione dei processi metabolici.

La piperina, ha anche delle proprietà digestive.

Favorisce la secrezione di succhi gastrici,

  • velocizzando i processi digestivi,
  • e prevenendo l’accumulo di gas e scorie che altrimenti andrebbero ad affaticare lo stomaco ed il fegato.

Tutto ciò giova al corretto funzionamento dell’intero nostro organismo.

Favorisce il dimagrimento riuscendo a prevenire la stipsi.

La piperina agevola infatti il transito intestinale e l’assorbimento delle sostanze nutritive contenute negli alimenti, in particolar modo quelle del beta-carotene e del coenzima Q10.

Le proprietà dimagranti della curcuma

La curcuma è una pianta appartenente alla famiglia delle Zengiberaceae da cui si estrae una spezia in polvere (la curcuma) dal colore dorato, il cui principale principio attivo è la curcumina che è molto utile per dimagrire.

Per le seguenti ragioni:

agisce in modo diretto sulle cellule adipose, stimolandole a rilasciare l’adinopectina.

L’adinopectina è una molecola che favorisce il rilascio e l’ossidazione dei grassi accumulati sotto forma di riserva energetica.

aiuta il fegato a metabolizzare i grassi derivanti dai carboidrati e dagli zuccheri complessi.

Il metabolismo degli zuccheri viene migliorato dalla curcuma in particolare attraverso il controllo della glicemia.

Infatti, la curcuma evita il verificarsi dei picchi glicemici, i quali stimolerebbero la lipogenesi, un processo che porta alla formazione del grasso da deposito.

La curcuma nel caso dei carboidrati complessi agisce invece stimolando la produzione di bile e attivando più rapidamente gli enzimi epatici.

In tal modo si prevengono anche fastidiose condizioni di gonfiore addominale.

La curcuma aiuta anche ad evitare l’infiammazione cronica di basso livello, che è una delle principali cause dell’obesità, del diabete di tipo 2, dell’aterosclerosi, dell’insulino-resistenza, della depressione e del cancro.

Depura inoltre l’organismo, in particolar modo il fegato, proteggendolo dallo stress ossidativo generato dai cibi che rilasciano un maggior numero di radicali liberi.

In questo modo vengono protette anche la mucosa gastrica e quella intestinale.

La curcuma giova al dimagrimento anche perché, attraverso la stimolazione del corretto funzionamento della leptina, l’ormone che regola il senso di fame, ci da un senso di sazietà immediato.

E’ ottima anche per per combattere, la cellulite, la pelle a buccia d’arancia, e quei fastidiosi cuscinetti adiposi che ne derivano, in particolar modo quelli localizzati sui fianchi, sull’addome, sulle cosce e sul girovita.

L’integratore alimentare Piperina & Curuma Plus

Oggi esistono degli integratori alimentari a base sia di piperina che di  curcuma e che, quindi, svolgono un’azione combinata molto potente.

Un esempio potrebbe essere dato dall’integratore dimagrante Piperina e Curcuma Plus, un’integratore alimentare sotto forma di capsule, della Natural Fit, che favorisce il dimagrimento,

  • aumentando l’acidità dei succhi gastrici,
  • accelerando i processi metabolici,
  • stimolando la perdita di cellule adipose.

Tale integratore è a base appunto di  piperina e di curcuma, con l’aggiunta di Ribolife, un gruppo di nucleotidi che migliora le prestazioni delle altre due componenti.

Occorre però evidenziare, che tale prodotto è sconsigliato,

  • ai bambini,
  • alle donne in gravidanza,
  • a coloro che soffrono di patologie renali, epatiche e gastrointestinali.

Gli integratori alimentari sono sufficienti per la perdita di peso?

Purtroppo a questa domanda bisogna dare una risposta negativa.

Gli integratori alimentari – da soli – non sono sufficienti per dimagrire, ma devono essere sempre abbinati ad una corretta alimentazione e ad uno stile di vita salutare.

A maggior ragione perché l’efficacia in tal senso delle proprietà della curcuma e della piperina non sono ancora state scientificamente confermate.

Inoltre, si consiglia di consultare sempre il proprio medico prima di decidere di utilizzare questi integratori, in quanto un loro spropositato  consumo potrebbe portare ad effetti collaterali anche gravi.

Ad esempio, la piperina non può essere assunta da coloro che soffrono di porblemi gastro-intestinali come la gastrite, l’ulcera gastrica, le emorroidi, il reflusso gastro-esofageo, il Morbo di Chron, l’ipertensione; o da coloro che assumono farmaci anti-epilettici, bronco-dilatatori e beta-bloccanti.

La curcuma, invece, è sconsigliata nei casi di occlusione dei vasi biliari, di calcoli alla cistifellea, di ulcera, di gravidanza.

Potrebbe comportare, infatti, degli effetti collaterali come dei dolori addominali, diarrea, nausea e stanchezza.

Aida Imperiale
Aida Teresa collabora da anni esclusivamente con un ristretto e selezionato numero di pubblicazioni online. Questo le ha consentito di specializzarsi nella redazione di notizie e articoli sui temi della medicina, dello sport e della bellezza.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale