Globuli bianchi alti (leucocitosi)

- Posted by Author: BFC in Category: Condizioni di salute | 5 min read

L'aumento del numero dei globuli bianchi al di sopra di 11.000 cellule per microlitro di sangue, è spesso dovuto alla normale risposta del nostro organismo alle infezioni o ad alcuni farmaci. Ma anche da alcune malattie.

globuli bianchi

I globuli bianchi

I globuli bianchi sono dei componenti essenziali del sangue. Hanno il compito di combattere le infezioni e sono perciò fondamentali per la salute e il benessere del nostro organismo.

Costituiscono approssimativamente l’1% del totale delle cellule nel sangue. Proteggendo l’organismo dagli attacchi esterni da parte di batteri, virus, o da parte altre sostanze esterne che il corpo percepisce come delle minacce, sono essenziali per il normale funzionamento del nostro sistema immunitario.

I valori normali. I valori normali dei globuli bianchi vanno da 4.500 a 11.000 per ¬ĶL.

I valori alti (leucocitosi): se dagli esami del sangue emerge che una persona presenta una conta alta di globuli bianchi, ciò potrebbe indicare che è in corso un’infezione e che il suo sistema immunitario sta lavorando per cercare di eliminarla. Potrebbe però essere anche un segnale che la persona sta passando un periodo di forte stress emotivo o fisico. Le persone affette da particolari tipi di cancro del sangue presentano una conta di globuli bianchi alta.

I valori bassi (leucopenia): una conta bassa di globuli bianchi potrebbe indicare invece che c’√© qualcosa li sta distruggendo in misura maggiore di quanti ne vengano prodotti. Oppure che l‚Äôorganismo ne sta producendo troppo pochi.

Le tipologie di globuli bianchi

tipologie di globuli bianchi

I globuli bianchi vengono continuamente prodotti nel nostro midollo osseo, e vengono tenuti pronti all’interno del sangue e nel sistema linfatico fino a che non serve il loro intervento [2].

Esistono cinque tipologie di globuli bianchi, ognuna delle quali deputata ad una specifica funzione.

Linfociti: i linfociti sono importanti per la produzione degli anticorpi, che aiutano il corpo a difendersi da batteri, da virus e altre minacce.

Neutrofili: sono globuli bianchi molto efficaci nel distruggere batteri e funghi.

Basofili: allertano l’organismo secernendo dei segnali chimici nel sangue e principalmente servono a combattere le allergie.

Eosinofili: sono responsabili della distruzione dei parassiti e delle cellule cancerose, e fanno parte della risposta allergica.

Monociti. sono responsabili dell’attacco e della distruzione dei patogenii che entrano nell’organismo. Quando necessario, i monociti possono spostarsi verso altri organi, come la milza, il fegato, i polmoni ed il midollo osseo, dove maturano in cellule chiamate macrofagi capaci di fagocitare cellule e detriti vari e regolare la risposta immunitaria. [2]

I valori normali dei globuli bianchi

La soglia esatta affinché una conta di globuli bianchi possa essere considerata normale varia da laboratorio a laboratorio: in linea  generale, per gli adulti, una conta superiore a 11.000 leucociti per microlitro di sangue viene considerata alta.

Secondo la Mayo Clinic – un’organizzazione no-profit per la pratica e la ricerca medica – gli intervalli normali di globuli bianchi per microlitro per et√† sono i seguenti [4]:

¬†et√† del soggetto ¬† ¬†globuli bianchi per microlitro (¬Ķl) di sangue ¬†
Subito dopo la nascita                         9,000 Р30,000
Da 1 a 7 giorni                         9,400 Р34,000
Da 8 a 14 giorni                         5,000 Р21,000
Da 15 giorni ad 1 mese                         5,000 Р20,000
Da 2 a 5 mesi                         5,000 Р15,000
Da 6 mesi ad 1 anno                         6,000 Р11,000
Da 2 anni a 3 anni                         5,000 Р12,000
Da 3 a 5 anni                         4,000 Р12,000
Da 6 a 11 anni                         3,400 Р10,000
Da 12 a 15 anni                         3,500  Р 9,000
Persone adulte                         3,500 Р10,500

Come appena detto, questi intervalli possono variare a seconda dei vari laboratori d’analisi.

Un’altra unit√† di misura comune per indicare il volume di sangue √® il millimetro cubo (mm¬≥). Un microlitro corrisponde ad un millimetro.

Le cause di una leucocitosi (globuli bianchi alti)

Una conta alta di globuli bianchi è chiamata leucocitosi. [1]

A. In linea generale una leucocitosi dipende da,

  • un’aumento della produzione di leucociti per combattere un’infezione;
  • una reazione ad un farmaco che porta ad aumentare la produzione di linfociti;
  • l’esistenza di una malattia del midollo osseo che porta ad una produzione anomala di globuli bianchi;
  • l’esistenza di un disturbo del sistema immunitario che aumenta la quantit√† di globuli bianchi presenti nel sangue.

B. Cause pi√Ļ specifiche di una leucocitosi possono essere dovute ad alcune¬†malattie come,

  • la leucemia linfatica acuta,
  • la leucemia acuta mieloide,
  • un’allergia, specialmente le reazioni allergiche gravi,
  • la leucemia linfatica cronica,
  • la leucemia cronica mieloide,
  • alcuni medicinali come i corticosteroidi e l’epinefrina,
  • le infezioni, batteriche o virali,
  • la mielofibrosi,
  • la policitemia vera
  • l’artrite reumatoide,
  • il fumare,
  • lo stress, fisico o emotivo,
  • la tubercolosi,
  • la pertosse [3]

C. In alcuni casi, vengono interessate tutte le varie tipologie di leucociti. Tuttavia, alcune persone presentano delle malattie particolari che colpiscono una sola tipologia di globuli bianchi.

Se i livelli di un tipo particolare di leucociti si alza, questo potrebbe essere riconducibile ad una ragione specifica. Esaminiamoli uno per uno.

  1. Monociti. Se una persona ha monociti alti, potrebbe essere presente un’infezione cronica, una malattia autoimmune o una malattia del sangue, un cancro o qualche altra condizione medica.
  2. Linfociti. La condizione in cui i livelli di linfociti si alzano solamente, viene detta leucocitosi linfocitica. Può verificarsi in conseguenza ad un’infezione virale o ad un’infezione come la tubercolosi. Può anche essere collegata a specifici linfomi e leucemie.
  3. Neutrofili. Se una persona presenta degli alti livelli di neutrofili, questa condizione viene detta leucocitosi neutrofila. Si tratta di una normale risposta fisiologica ad un  qualche evento come un’infezione, una ferita, un’infiammazione, alcuni medicinali o certi tipi di leucemia.
  4. Basofili. Un aumento dei livelli di basofili può verificarsi nelle persone che hanno una storia di ipotiroidismo, o altre condizioni mediche.
  5. Eosinofili. Se una persona presenta degli livelli alti di eosinofili, potrebbe essere che il suo organismo stia reagendo a dei parassiti o ad altre infezioni, ad allergeni o all’asma. [2]

I sintomi dei livelli troppo elevati di globuli bianchi

L’unico modo per determinare con esattezza se i livelli di leucociti sono troppo alti, è quello di fare un esame del sangue.

Le persone con la leucocitosi spesso non accusano nessun sintomo specifico: però potrebbero essere interessate dai sintomi della condizione patologica responsabile dell’aumento della conta cellulare nel sangue.

I rimedi naturali per avere adeguati livelli di leucociti

Esistono dei metodi naturali che ci aiutano a mantenere adeguati livelli leucocitari, e che ci possono assicurare un benessere generale. Infatti vengono collegate alla produzione di globuli bianchi alcune sostanze nutritive presenti in molta frutta ed in molte verdure ed alcune proteine [5].

Antiossidanti. Gli antiossidanti sono degli importanti alleati contro le sostanze nocive nell’organismo. Annientano i radicali liberi le molecole senza carica che attaccano le nostre cellule, le proteine essenziali e persino il DNA. Alimenti particolarmente ricchi di antiossidanti sono l’uva, le cipolle, i porri, l’aglio ed il t√®.

Acidi grassi Omega-3.¬† Questi acidi stimolano l’attivit√† dei fagociti (la fagocitosi √® la capacit√† di diverse cellule di ingerire materiali estranei e di distruggerli). Gli Omega-3¬† li si trovano sopratutto nei salmoni, nelle aringhe, nelle trote, ma anche nelle noci e ¬†nei semi di lino.

Vitamina C. Sebbene l’evidenza scientifica su questo argomento sia ancora limitata, la vitamina C  (o acido ascorbico) viene comunemente considerata come un fortificante del nostro sistema immunitario che può aiutare a regolare la produzione leucocitaria.

Per approfondire


***

I nostri servizi e contenuti sono solo a scopo informativo. Segretiperstarbene.it non fornisce consulenza medica, diagnosi o trattamento. Questo sito si basa sul supporto dei lettori: quando comprate attraverso i link sul sito, potremo ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione. Parecchi prodotti che presentiamo sono acquistabili online su Amazon.it, ma non siamo in alcun modo collegati ad Amazon. Il prezzo finale di vendita può variare per motivi indipendenti da noi: verificalo sempre prima di concludere l'acquisto.

A questo articolo ha contribuito

Author: BFC

Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.