ematocrito

Ematocrito, alto, basso, valori normali

Il sangue è composto principalmente da eritrociti (globuli rossi) e leucociti (globuli bianchi), in sospensione in un liquido quasi trasparente, chiamato siero sanguigno.

Il plasma (il siero) è una componente del sangue in cui sono sospese le cellule sanguigne.

L’esame dell’ematocrito serve sopratutto per lo screening, la diagnosi e il monitoraggio di alcune patologie.

Ematocrito HTC, i valori normali

L’ematocrito (brevemente Ht o HCT) è il rapporto percentuale tra i globuli rossi e il plasma.

Tuttavia col termine di ematocrito ci si riferisce anche ad un esame di base del sangue; un esame importante che può dire molto al medico curante riguardo lo stato di salute di una persona.

I valori normali dell’ematocrito variano in base ad età, sesso, stato di gravidanza, altitudine e, in maniera lieve, anche al metodo di esecuzione del test che li rileva.

Ciò premesso, i normali valori percentuali di ematocrito sono i seguenti:

  • neonati: 55%-68%
  • neonati ad una settimana dalla nascita: 47%-65%
  • neonati ad un mese: 37%-49%
  • neonati a tre mesi: 30%-36%
  • bambini ad un anno: 29%-41%
  • bambini a dieci anni: 36%-40%
  • uomini adulti: 42%-54%
  • donne adulte: 38%-46%
  • donne adulte in gravidanza: limite inferiore tra 30%-34% e limite superiore a 46%
  • soggetti abitualmente residenti ad elevate altitudini: circa 45%-61% negli uomini; 41%-56% nelle donne. Ciò dipende dall’aumento della capacità di trasporto di ossigeno dei globuli rossi, a causa dell’inferiore concentrazione di ossigeno nell’atmosfera ad alta quota.

L “anemia” consiste in una conta ridotta di eritrociti/globuli rossi, e causa numerosi sintomi.

Le cause, e come viene trattato se é basso

Un ematocrito basso significare che nel sangue vi è un basso numero di globuli rossi, o un loro volume ridotto.

quali le cause, da cosa dipende?

Una percentuale di globuli rossi ridotta rispetto al limite inferiore dei valori normali (vedi sopra) relativamente ad una persona di una determinata età, di un determinato sesso o condizione specifica (gravidanza o vita ad alta quota, ad esempio) viene definita un’ematocrito basso.

Un’altra definizione di un ematocrito basso è “anemia”. Le possibili varie cause di un ematocrito basso, o anemia, sono dovute essenzialmente,

  • a sanguinamenti (ulcere, traumi, tumore al colon, emorragia interna)
  • alla distruzione dei globuli rossi (anemia falciforme, splenomegalia)
  • alla riduzione della produzione dei globuli rossi (soppressione della funzionalità del midollo osseo, tumore, farmaci)
  • a dei problemi nutrizionali (malnutrizione o valori bassi di ferro, vitamina B12 o folati)
  • all’iperidratazione (polidipsia, iperidratazione endovenosa)

quali trattamenti per un ematocrito troppo basso?

Il trattamento dell’ematocrito basso, dipende dalle sue cause di fondo, dal suo valore, e dallo stato di salute generale dell’individuo.

Con un ematocrito leggermente inferiore ai valori normali, la maggior parte delle persone non viene sottoposta a dei trattamenti, e non vengono somministrati dei farmaci.

Per alcuni pazienti con ematocrito molto basso può venire prescritta una  somministrazione endovenosa di ferro, delle trasfusioni, o dei farmaci per stimolare la produzione di globuli rossi da parte del midollo osseo.

Il medico definirà quali trattamenti o farmaci saranno necessari specificamente per ogni singolo individuo.

Di norma, i valori dell’ematocrito fuori range vengono monitorati dai medici con degli esami ematici di routine.

Le cause, e come viene trattato se é alto

Un ematocrito troppo alto determina un sangue molto denso. Il sangue denso incontra maggiori difficoltà durante il suo percorso e ciò comporta maggiori contrazioni del cuore.

quali le cause, da cosa dipende?

Un ematocrito alto è costituito da una percentuale di globuli rossi elevata rispetto al limite superiore dei valori normali (vedi sopra), per una persona di una determinata età, sesso o condizione specifica (gravidanza o vita ad alta quota, ad esempio).

Le possibili varie cause di un ematocrito basso, o anemia, sono dovute essenzialmente,

  • ad una disidratazione (colpo di calore, nessuna fonte di liquidi disponibile)
  • ad una scarsa disponibilità di ossigeno (fumo, alta quota, fibrosi polmonare)
  • a particolari condizioni genetiche (patologie cardiache congenite)
  • all’eritrocitosi (sovrapproduzione di globuli rossi da parte del midollo osseo o policitemia vera)
  • al cuore polmonare, una patologia cardiaca dovuta a disfunzioni dei polmoni o delle arterie polmonari (BPCO, apnee del sonno croniche, embolia polmonare).

quali trattamenti per un ematocrito troppo alto ?

Anche il trattamento dell’ematocrito alto dipende dalle sue cause di fondo, dal suo valore, e dallo stato di salute generale dell’individuo.

Con un ematocrito leggermente superiore ai valori normali, la maggior parte delle persone non viene sottoposta a dei trattamenti, e non vengono loro  neppure somministrati dei farmaci.

Alcuni pazienti con ematocrito molto alto dovuto ad alcune patologie, come la policitemia vera, vengono sottoposti a  dei salassi (sottrazione di sangue).

Normalmente i valori dell’ematocrito al di fuori dei range vengono monitorati dai medici con degli esami ematici di routine.

Il medico stabilirà, per ogni singolo individuo, quando saranno necessari dei  trattamenti specifici o degli appositi farmaci.

Hai appena letto: Torna alla pagina principale