Condizioni di salute

La disgeusia: le cause ed rimedi naturali

Possono essere diverse le cause dell'alterazione del gusto, cioè della disegusia.
I suoi sintomi possono essere contrastati anche coi rimedi naturali che illustreremo.
disgeusia

La disgeusia

La disgeusia è un disturbo che incide alterando la nostra percezione dei sapori:  nche quando abbiamo un’influenza o un raffreddore, le nostre papille gustative possono risultare spesso alterate.

Per ripristinare un corretto funzionamento delle papille gustative, si possono adottare anche alcuni semplici accorgimenti ed utilizzare dei prodotti naturali.

Per contrastare questo tipo di problemi è comunque utile anche individuarne le cause.

Le cause della disgeusia patologiche e quelle contingenti

Occorre per prima cosa premettere che una disgeusia potrebbe anche  essere correlata,

  • ad una ageusia cioè ad una  perdita delle funzioni gustative della lingua che comporta l’incapacità di percepire particolari sapori,
  • ad una ipoacusia, cioè ad una  diminuzione patologica del gusto.

Occorre anche premettere che è opportuno/necessario intervenire quando l’alterazione dei sapori é continua e non è legata a cause contingenti (ad un malanno invernali, per esempio) ma ad una diversa patologia o a delle abitudini comportamentali sbagliate.

Tanto premesso, le cause dell’alterazione del senso del gusto, cioè della disgeusia, possono comunque essere diverse e di diversa natura. Vediamole.

le cause legate ai nostri comportamenti

Iniziamo analizzando le cause più comuni, legate ai nostri comportamenti. Queste possono derivare in particolare,

  • dal fumo,
  • dalla disidratazione,
  • dalla respirazione attraverso la bocca,
  • da una scorretta igiene orale,
  • da carenze alimentari.

le cause patologiche

Quelli appena indicati sono i fattori più comuni, ma l’alterazione dei sapori può essere provocata anche da patologie più gravi come:

  • le stomatiti,
  • le gastriti,
  • i reflussi,
  • dei problemi ai denti,
  • le gengiviti,
  • le sinusiti,
  • i traumi cranici,
  • i tumori,
  • le insufficienze renali e del fegato,
  • le neuropatie,
  • le sclerosi,
  • la schizofrenia.

Le altre cause della disgeusia: farmaci, terapie, sostanze chimiche

da farmaci

La disgeusia può essere provocata anche dall’assunzione di determinati farmaci come:

  • gli antibiotici,
  • gli antidepressivi,
  • i farmaci inibitori.

da terapie

Molto spesso, nel caso fossimo stati sottoposti a particolari terapie come dialisi, radio o chemio, la nostra percezione dei gusti risulterà alterata: probabilmente li sentiremo troppo amari o troppo dolci.

In questi casi é consigliabile mangiare molta frutta e verdura, e non utilizzare delle posate di metallo.

da sostanze chimiche

Tra le cause dell’alterazione del gusto, possiamo citare anche il contatto con sostanze chimiche come i pesticidi, il cromo e altri elementi tossici.

La disgeusia in gravidanza e in menopausa

In gravidanza e al sopraggiungere della menopausa, è molto comune l’alterazione dei sapori.

Dunque, le neo mamme e le donne in procinto di raggiungere la menopausa non devono preoccuparsi: l’alterazione dei sapori è dovuta agli ormoni in circolo ed ai cambiamenti nel loro corpo.

I sintomi della disgeusia

Come detto, il primo sintomo della disgeusia è costituito da un senso di amaro in bocca: un sapore metallico che non riusciamo a far andare via.

Inoltre, se soffriamo di questo disturbo, tutte le percezioni dei sapori sono alterate, o non riusciamo addirittura a percepire i gusti.

In alcuni casi, la disgeusia può provocare anche nausea e vomito.

Sette rimedi naturali contro la disegusia

Quando la disgeusia è provocata da una patologia più grave, è bene rivolgersi al medico di fiducia e seguire un percorso di cura che questi prescriverà.

Se invece dipende dalle nostre abitudini quotidiane, possiamo facilmente migliorare questa condizione, smettendo di fumare o di bere (per esempio).

In ogni caso, esistono anche alcuni rimedi naturali che possono aiutarci ad alleviare questo disturbo, e che ora illustreremo.

1) lo zinco

Questo minerale – presente in molti cibi che assumiamo regolarmente – aiuta a contrastare il sapore metallico che sentiamo in bocca in caso di disgeusia.

Contengono molto zinco (il quale andrà ad equilibrare la nostra percezione dei sapori), ad esempio,

  • l’olio di sesamo,
  • le spezie
  • e le ostriche.

2) l’eucalipto

Se la disgeusia è provocata da dei problemi alle gengive o ai denti, oppure da una scarsa igiene orale, sarà buona pratica iniziare a prendersi cura della propria cavità orale.

A questo scopo potete utilizzare prodotti all’eucalipto – comprese le gomme da masticare – in quanto questa pianta aiuta anche a riequilibrare i sapori.

3) il bicarbonato e il sale

Bicarbonato e il sale: sono due elementi che sicuramente avrete in casa, che aiutano a contrastare il sapore metallico, che aiutano anche a contrastare i batteri presenti in bocca, che hanno anche un’azione anti acida.

  • Mescolate bicarbonato e sale in una ciotola.
  • Versate un po’ di questa polvere sul dentifricio prima di lavarvi i denti.

Potete ripetere quest’operazione finché il sapore metallico non scomparirà.

4) il tè verde

Bere il tè verde – ricco di proprietà antiossidanti – aiuta a prevenire le infiammazioni in bocca, ed a combattere i batteri presenti nella cavità orale.

Oltre a contrastare il sapore metallico dovuto alla disgeusia, bere tè verde aiuta a tenere tutta la bocca in salute, aiutando sia le gengive sia l’igiene orale.

Purtroppo non è consigliato per chi soffre di diabete e di pressione alta.

5) la cannella ed il miele

Con questi due alimenti che trovate comunemente in casa, potete preparare un ottimo rimedio naturale contro il sapore metallico ed amaro dovuto dalla disgeusia.

  • Preparate un cucchiaino di cannella in polvere ed un cucchiaino di miele (possibilmente biologico).
  • Mescolateli insieme in un ciotola finché non saranno amalgamati e poi mettetevi in bocca l’impasto.
  • Tenete l’impasto in bocca per dieci minuti e poi risciacquate per bene.

Potete ripetere questo procedimento per due volte al giorno finché il sapore metallico non sarà scomparso.

Questi due elementi combinati insieme, funzionano perché sono ricchi di antiossidanti, stimolano le papille gustative, sono lenitivi e antinfiammatori.

6) il mango selvatico

Il mango selvatico o mango africano, è un frutto di una pianta dell’Africa orientale che offre tantissimi benefici al nostro organismo: ma in questo caso possiamo usare anche le foglie di questa pianta!

Infatti, per placare il sapore metallico in bocca potete masticare le foglie del mango selvatico, sia crude che cucinate insieme ad altre verdure.

Hanno un effetto anti acido ed antiossidante.

Non sono consigliate per chi soffre di problemi cardiaci.

7) l’alimentazione

Evitate i dolcificanti industriali, i cibi troppo zuccherati ed i cibi spazzatura: tutti questi alimenti vanno ad influire sui nostri recettori di sapori alterando la percezione dei gusti.

L'autore

Un po’ poeta, un po’ punk e un po’ giornalista.
    Potresti essere interessato a:
    Condizioni di salute

    I calcoli renali: le cause, i sintomi, i trattamenti

    Condizioni di salute

    Il bruciore di stomaco: le cause, i trattamenti

    Cibi e bevandeCondizioni di salute

    L'intossicazione alimentare: sintomi, come trattarla

    Condizioni di salute

    I disturbi glutine - correlati