dermatite da pannolino

La dermatite da pannolino

La dermatite da pannolino è una condizione di sofferenza che tutti i bambini piccoli devono sopportare. Un piccolo fastidio che prima o poi tutti i genitori devono affrontare.
Vediamo come si può affrontare o prevenire questa spiacevole condizione.

Il problema pannolini per neonati

Non c’è mamma o papà che non abbiano provato frustrazione nel vedere che le loro amorevoli cure al neonato ed alla sua pulizia, a volte si risolvevano in una dermatite da pannolino.

Purtroppo è così, si possono avere tutte le migliori intenzioni, ma il sedere dei neonati è così delicato che presto o tardi arriva la dermatite da pannolino, ovvero quella condizione in cui la pelle della zona intima del bambino si arrossa e magari anche si gonfia leggermente.

La si può però affrontare tempestivamente imparando a trattare la dermatite da pannolino nel modo giusto, oppure mettendo in atto misure atte a prevenire l’arrossamento della pelle. Il sederino del bambino te ne sarà grato!

Seguimi per qualche minuto, che ti illustro le poche ma importanti cose che bisogna conoscere quando ci si trova di fronte ad un problema di dermatite da pannolino chiamata anche eritema da pannolino.

Nella maggior parte dei casi non é un problema serio, né per i genitori, né per i neonati.

Esistono perciò diversi accorgimenti e rimedi – che si possono adottare autonomamente – utili a contrastare questa fastidiosa infiammazione della pelle che interessa le zone coperte dal pannolino, cioè il sederino e la zona genitale.

Le cause della dermatite da pannolino

Le principali cause della dermatite (o eritema) da pannolino possono essere dovute,

  • al fatto di aver lasciato addosso al bambino un pannolino sporco o bagnato troppo a lungo;
  • all’eccessivo sfregamento del tessuto del pannolino contro la pelle delicata del bebè;
  • ad un’infezione di tipo batterico;
  • ad una reazione allergica al pannolino,
  • a qualche pomata utilizzata.

La pelle del bambino si fa squamosa. A volte una dermatite -chiamata crosta lattea – si può formare sul cuoio capelluto dei neonati.

Se questo stesso tipo di eruzione cutanea si verifica sul fondoschiena, i medici la definiscono dermatite seborroica o dermatite da pannolino.

A volte i genitori alle prime armi si preoccupano esageratamente di fronte ad una dermatite, ma in realtà non devono preoccuparsi d’altro se non di trattarla opportunamente.

Si tratta infatti di un evento passeggero che di solito se ne va facilmente: quindi niente allarmismi.

Ma non per questo la dermatite va trascurata. Prima perché è fastidiosa. Poi perché non rischi di diventare un “territorio di conquista” di funghi e di batteri.

I momenti della vita più delicati, quelli in cui è più probabile che si verifichi una dermatite da pannolino, sono quando il neonato:

  • ha un’eta compresa tra i 9 ed i 12 mesi;
  • si addormenta con addosso un pannolino sporco;
  • soffre di una fase acuta di diarrea;
  • non si sazia più solo col latte, ed incomincia a mangiare cibi solidi;
  • prende degli antibiotici, o quando li prende la mamma che lo allatta.

Come trattare la dermatite da pannolino

Ci sono alcuni semplici accorgimenti che possono esser d’aiuto in questa situazione.

  • Per prima cosa, lavati bene le mani, prima e dopo aver cambiato un pannolino.
  • Controlla il più spesso possibile se il tuo bambino è bagnato, o se è sporco.
  • Cerca di cambiarlo con molta regolarità.
  • Utilizza solo dei detergenti molto delicati, perché in questa sua fase della vita, il bambino ha la pelle delicatissima: a questo proposito, piuttosto che sfregare le salviettine per pulirlo, è consigliabile tamponalo, così da non irritare la sua pelle.
  • Se utilizzi dei pannolini usa e getta, prova a cambiare marca, in modo da vedere se questa fosse la causa di eventuali allergie, oppure utilizza quelli con una taglia più grande in modo che l’aria possa circolarvi all’interno.
  • E, in ogni caso, evita tutti quei prodotti con profumi o alcol troppo aggressivi.
  • Ed infine, assicurati che la zona del suo sedere sia completamente pulita ed asciutta, prima di mettergli il nuovo pannolino.

Se la dermatite da pannolino fosse già arrivata ad un livello più grave, puoi adottare questi due ulteriori accorgimenti.

  • Per pulire il suo sedere senza infastidire ulteriormente la sua pelle, utilizza una bottiglietta a spruzzo, e tampona senza fare degli sfregamenti.
  • Lascia il tuo bambino senza pannolino il più tempo possibile: ciò darà modo alla sua pelle di traspirare liberamente ed il tempo di potersi rigenerare.

Creme, unguenti, ed altri prodotti utili per la dermatite da pannolino

I prodotti per lenire o lisciare la pelle dei bambini, sono fatti apposta per una cute molto delicata.

I medici in genere consigliano unguenti che contengono vaselina, unguenti da massaggiare sul sedere del tuo piccolo una volta che sarà pulito e asciutto.

Nel caso tu utilizzassi invece polvere o talco, ti consiglio di prestare una maggiore attenzione.

Tieni lontano dal bambino i prodotti che stai utilizzando, e quando li utilizzi versane prima il contenuto nella tua mano, per impedire che il bambino per sbaglio possa respirarli.

Evita quei prodotti che contengono degli steroidi, a meno che non ti siano stati raccomandati specificatamente dal tuo medico: infatti, se usati in modo non corretto possono irritare ancor di più la delicata pelle del bambino.

Alcuni prodotti selezionati dalla redazione

Per chi fosse interessato, ecco una selezione pannolini particolarmente interessanti disponibili anche online.

Come prevenire la dermatite da pannolino

Ecco due rimedi, semplici semplici, che possono esser utili nella vita di tutti i giorni.

Può darsi che quello specifico tipo di pannolino che già stai usando, non sia adatto al tuo bambino perché (ad esempio) gli crea delle allergie. Per questa ragione prova a cambiare marca: la soluzione potrebbe essere davvero più semplice di quanto non pensi.

Se sei una ambientalista convinta e preferisci utilizzare dei pannolini lavabili piuttosto che quelli monouso, usa un detergente delicato e ipoallergenico. Al loro risciacquo, aggiungi una mezza tazza di aceto.

Quando chiamare il dottore

E’ opportuno chiamare il dottore,

  • quando la dermatite da pannolino peggiora, e non ci sono effetti positivi dopo due o tre giorni di trattamento;
  • quando il bambino ha la febbre e sembra lento nei movimenti;
  • quando sono presenti delle pustole gialle ovvero contenenti del pus;
  • quando si è sviluppata un’eruzione cutanea rossa e gonfia con pieghe;
  • quando sono comparsi dei piccoli brufoli rossi anche fuori dalla zona del pannolino.

Aida Imperiale
Aida Teresa collabora da anni esclusivamente con un ristretto e selezionato numero di pubblicazioni online. Questo le ha consentito di specializzarsi nella redazione di notizie e articoli sui temi della medicina, dello sport e della bellezza.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale