Creatinchinasi alta

CPK – CK – Creatinchinasi alta: cause, valori, rimedi

Cos’è la creatinchinasi? Quali sono i valori normali di questo enzima? Quando si è in presenza di una creatinchinasi troppo alta, quali tipi di integratori possono essere utili?
Vediamolo assieme.

Il danno muscolare

Il muscolo è composto prevalentemente da tessuti biologici. Come tutti i tessuti del nostro organismo, anche i muscoli possono avere dei danni a causa di traumi, d’infezioni o di alcuni farmaci.

Ma anche alcuni esercizi fisici fatti intensamente possono causare delle lesioni muscolari di entità più o meno grande.

Il dolore che si prova nei casi di  queste lesioni, è un indicatore comune dell’esistenza di un danno muscolare.

Tuttavia, in linea generale il solo dolore non  è utile a stabilire l’entità delle lesioni subite.

Per queste ragioni spesso occorre fare gli esami di cui ora parleremo.

L’esame della creatinchinasi (CK) o creatina fosfochinasi (CPK)

Per diagnosticare e per valutare l’entità del danno muscolare, spesso viene fatto l’esame della creatinachinasi “CK”. 

Questo esame viene indicato anche con la sigla “CFK”, in quanto -in ambito medico- ci si può anche riferire alla creatinchinasi anche col nome di creatinfosfochinasi,  da cui appunto la sigla «CPK».

Una creatinchinasi alta può essere anche l’indice di un affaticamento dovuto ad un’attività fisica troppo intensa la quale può far aumentare i suoi valori di concentrazione nel sangue.

Cosa fare in questi casi, per abbassare la creatinchinasi alta?

Prima trattare questo specifico argomento, per una sua migliore comprensione sono necessarie due parole su questo enzima.

Le tre forme di creatinachinasi  (CPK)

La creatinina chinasi sierica (creatininfosfochinasi  CK – creatininfosfochinasi CPK) –  è un enzima che si trova nei tessuti del nostro organismo che interviene nella produzione di creatina una molecola utilizzata dai muscoli per l’energia.

Detto in parole povere: ha la doppia funzione, di liberare l’energia e di immagazzinarla.

A seconda del tessuto in cui questa si trova si distinguono tre forme di isoenzimi (quegli enzimi che catalizzano una reazione simile, se non identica):

  • CK-MM, che si trovano nei muscoli scheletrici e in quello cardiaco;
  • CK-BB, che si trovano nel cervello;
  • CK-MB, che si trovano soprattuto nel cuore.

Dalle normali analisi di laboratorio possono essere misurati i CK-MM e i CK-MB, ma non gli isoenzimi che sono presenti nel cervello (CK BB).

Creatinchinasi (CPK): i  suoi valori normali

Vediamo ora quali sono i suoi valori normali di riferimento.

Negli uomini di età superiore ai 18 anni,

  • vengono considerati normali i livelli di CPK presenti nel sangue che sono compresi tra le 52 U/L e le 336 U/L (U/L sta per unità per litro).

Nelle donne,

  •  i valori di creatinchinasi considerati normali  che oscillano tra le 38 U/L e le 176 U/L.

Sebbene l’accuratezza dei test di laboratorio si sia notevolmente evoluta nel corso degli ultimi decenni, può verificarsi una certa variabilità da laboratorio a laboratorio, a causa delle differenti apparecchiature di test, dei reagenti chimici e delle  diverse tecniche.

È importante perciò sapere che, per valutare se i risultati sono “entro i limiti normali”, occorre riferirsi alla gamma dei valori fornita dal laboratorio che ha eseguito il test.

Le cause della creatinchinasi (CPK) alta

La creatinchinasi può aumentare per diverse ragioni.

Gli elevati livelli di creatinchinasi possono anche essere,

  • la conseguenza di una mancanza di ossigeno al muscolo cardiaco,
    • Questo evento è noto in medicina come infarto del miocardio o attacco di cuore.
    • I livelli di creatinchinasi raggiungono un picco a poche ore di distanza da un infarto cardiaco.
    • La creatinchinasi-MB sierica, più semplicemente CKMBraggiunge valori massimi nelle 24 ore che seguono l’infarto per poi tornare a normalizzarsi dopo circa 3 giorni).
  • la conseguenza di lesioni ai muscoli scheletrici,
    • Di lesioni ai muscoli volontari che noi siamo in grado di controllare come, ad esempio, i bicipiti, o il muscolo cardiaco.
    • I danni ai muscoli scheletrici possono dipendere da vari motivi.

Le cause della creatinchinasi alta riguardanti i muscoli scheletrici

Le cause che stanno alla base della creatinchinasi (CK) alta, cause nelle quali sono coinvolti i muscoli scheletrici possono essere dovute:

  • ad una ridotta funzione della tiroide,
  • ad alcune malattie autoimmunitarie,
  • alla distrofia muscolare (le persone con distrofia muscolare di Duchenne possono avere livelli di CK-MM 50 volte maggiore rispetto al normale),
  • ad un intenso esercizio fisico (un’intenso esercizio fisico provoca spesso un’aumento della CK  con  picchi da 16 a 24 ore dopo un allenamento, quindi rimane elevato per 72 ore prima di ricadere al basale),
  • a dei traumi,
  • ad un aumento della temperatura esterna,
  • all’immobilità muscolare,
  • a delle iniezioni muscolari,
  • ad interventi chirurgici,
  • ad alcuni farmaci, in particolare quelli per ridurre il colesterolo,
  • alla morfina ed altri anestetici,
  • all’abuso di alcol.

Se invece non si hanno dei sintomi, potrebbe trattarsi anche una forma idiopatica (non dovuta a cause esterne note, cioè senza una causa apparente).

Falsi positivi.

Nel rilevare la creatinchinasi (CPK) tramite degli esami del sangue,è abbastanza frequente riscontrare dei falsi positivi.

Per questa ragione, spesso le analisi vengono ripetute per almeno tre volte, a distanza di qualche settimana.

Quando viene generalmente prescritto questo esame

Un test CK può essere prescritto dal medico curante quando sospetta l’esistenza di un danno muscolare come la distrofia muscolare o traumi fisici, come lesioni da schiacciamento o ustioni estese.

Il test può essere prescritto anche quando una persona ha dei sintomi associati a lesioni muscolari come:

  • dolori muscolari,
  • debolezza muscolare,
  • l’urina scura (l’urina può essere scura a causa della presenza di mioglobina , un’altra sostanza rilasciata da muscoli danneggiati e che può essere dannosa per i reni).

L’esame della creatinachinasi può venir richiesto anche quando una persona ha dei sintomi aspecifici, specialmente quando assume un farmaco, o dopo una sua esposizione a una sostanza che è stata collegata a un potenziale danno muscolare.

Gli integratori per contrastare la creatinchinasi alta dovuta ad intensi esercizi fisici

Abbiamo detto che i valori  della creatinchinasi possono aumentare di concentrazione nel sangue nei casi di intense attività fisiche.

Alcuni studi ipotizzano che l’uso di integratori con amminoacidi, possa migliorare i livelli di CPK dopo l’esercizio fisico.

Secondo uno studio – pubblicato nel dicembre 2007 nella International Journal of Sport Nutrition and Exercise Metabolism – gli integratori di amminoacidi ramificati, o integratori BCAA (dall’inglese Branched Chain Amino Acids) sono in grado di ridurre sia i livelli di creatinchinasi (CPK) dopo l’attività intensa, sia il danno muscolare ed il dolore.

In particolare, i ricercatori hanno scoperto l’assunzione di aminoacidi ramificati prima di un allenamento è in grado di ridurre i livelli di creatinchinasi (CPK) nelle 4, 24 e 48 ore successive al completamento dell’esercizio fisico.

Questa non può che essere una buona notizia per tutti coloro che soffrono di dolori ai muscoli dopo una gara  o un allenamento.

In questo nostro articolo  abbiamo indicato alcuni degli integratori di amminoacidi ramificati  / BCAA  che noi abbiamo selezionato, integratori da poter essere assunti prima di un allenamento intenso per ridurre i livelli di creatinchinasi.

Hai appena letto: Torna alla pagina principale