ruttare

Come ruttare per poter liberare il tratto digestivo dal gas in eccesso

Con questo articolo non vogliamo trattare l'argomento del gonfiore intestinale in modo sistematico, ma solo illustrare alcuni rimedi per indurre il rutto come "rimedio" ai gonfiori.

L’eruttazione e il rutto

Eruttazione é l’emissione di gas attraverso la bocca.

Il rutto è il suono, il rumore dell’eruttazione che è prodotto dall’emissione  di gas presenti nello stomaco attraverso la bocca.

In questo articolo non faremo queste distinzioni: per entrambi questi fenomeni utilizzeremo i termini rutto o ruttare indistintamente.

Il rutto presso alcune popolazioni è un segno di aver apprezzato un pasto appena consumato. Da noi ruttare in pubblico è una cosa sconveniente.

Ad ogni modo, il ruttare costituisce anche uno dei modi più semplici per alleviare il gonfiore di stomaco rimuovendo i disagi che ci provoca un eccesso di gas. 

Infatti può essere anche volontariamente attivato su “richiesta”.

In questo articolo vogliamo illustrare alcuni rimedi super efficaci per liberare lo stomaco dal gas in eccesso in modo naturale, con semplici accorgimenti.

Il rutto e le bevande gassate

La coca cola e la birra (ma anche altre bevande) sono delle bevande frizzanti e gassate.

Le bevande gassate provocano l’accumulo di gas nello stomaco, innescando un rutto e alleviando conseguentemente il dolore addominale.

Il solo fatto di sorseggiare queste bevande non è però sufficiente perché avvenga il rutto.

Per aumentare le possibilità di ruttare, occorre invece bere rapidamente una grande quantità di liquidi.

Il rutto ed i movimenti che facciamo o che non facciamo

Il fatto di muoversi può mettere sotto pressione l’aria presente nello stomaco e forzarla verso l’alto, causando potenzialmente un rutto.

  • Quindi, una persona in posizione seduta, non dovrebbe rimanere in quella posizione; se invece è in piedi, dovrebbe sedersi.
  • Un altro rimedio è sdraiarsi ed alzarsi rapidamente: a volte sono necessarie più azioni.
  • Anche il camminare, lo jogging, il saltare all’insù e all’ingiù, o l’allungarsi, possono spingere l’aria fuori dallo stomaco e generare un rutto.

Il rutto ed i cibi che favoriscono l’eruttazione 

Tutti quei cibi che favoriscono lo sviluppo di una pressione del gas nello stomaco determinano un rutto una volta consumati.

La mele e le pere possono portare ad un accumulo di gas nello stomaco, creando una pressione che può favorire l’eruttazione.

Oltre alle mele ed alle pere, gli altri alimenti che possono favorire l’eruttazione comprendono alcuni frutti, tra cui

  • le pesche;
  • le carote,
  • le caramelle,
  • la gomma da masticare,
  • il pane integrale.

Il rutto e l’assunzione di antiacidi

Gli integratori masticabili a base di carbonato di calcio, sono idonei ad alleviare gli effetti dell’ingestione di acidi.

Ed il rutto è un (inaspettato) effetto collaterale degli antiacidi.

Il rutto ed il trattenere l’aria in gola 

Quello di forzare l’aria in gola è un buon modo per contrarre il muscolo dello sfintere.

  • Occorre in primo luogo aspirare nella bocca dell’aria fino al punto di espandere le mascelle e la gola.
  • Occorre continuare in questo modo finché nella gola non si viene a formare una bolla d’aria.
  • Il passo successivo è quello bloccare la bocca con la lingua toccando la parte superiore del palato con la punta.
  • Occorre infine rilasciare l’aria abbassando lentamente la lingua e le labbra di separazione.

L’inspirare dell’aria per indurre il rutto

Inspirare dell’aria è un altro modo per indurre un rutto, ed è facile da fare.

  • Espira fino a quando i tuoi polmoni saranno vuoti.
  • Quindi, inspira profondamente e trattieniti il più a lungo possibile.
  • Espira ed inspira di nuovo, e ingoia l’aria.

Il fatto di bere un bicchiere d’acqua o il pizzicare il naso può rendere questa operazione ancora più facile.

Il riflesso del vomito per forzare un rutto

Attivare il riflesso del vomito può forzare il formarsi di un rutto, ma dovrebbe essere considerata come l’ultima risorsa.

  • Si può attivare un rutto toccando il retro della bocca con un dito pulito.
  • Il tocco dovrebbe essere leggero e sufficiente a rilasciare l’aria verso l’alto.

Lo scopo è solo quello di ruttare, non di vomitare: troppa forza può causare un vomito, quindi è importante essere delicati.

BFC
Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale