Le ciliegie: proprietà e benefici

Le ciliegie sono ricche di vitamine, di sali minerali e di oligoelementi. Sono prive di proteine e di grassi.
Contengono fibre alimentari.
Sono gustose ed hanno numerose proprietà benefiche.

Le ciliegie (ciliege)

Tutti conosciamo le ciliegie: le ciliegie sono i frutti del ciliegio, una pianta domesticata dal ciliegio selvatico, frutti che maturano in primavera-estate.

Nel nostro paese, le varietà di ciliegie maggiormente diffuse sono cinque:

  • le durone nero di Vignola, grandi e scure,
  • le ciliegie bigarreau, le più precoci come maturazione,
  • le ferrovia tipiche della Puglia,
  • le durone della marca di origine marchigiana, dal colore rosso giallognolo,
  • le ciliegie durone dell’anella, dal colore rosso acceso, diffusa nel bolognese.

Si tratta di frutti che sono molto apprezzati per il loro sapore dolce.

Tuttavia non tutti sanno che le ciliegie hanno anche diverse proprietà benefiche per la nostra salute. Ed è appunto delle sue diverse proprietà che intendiamo parlare dettagliatamente in quest’artico.

Le proprietà anti-ipertensive delle ciliegie: i risultati di uno studio

Quanto pressione arteriosa, è bene ricordare per prima cosa che questa non è una malattia in sé, ma é piuttosto di una condizione che aumenta i rischio di sviluppare un gruppo di malattie tra le più letali dei nei paesi più sviluppati, le malattie cardiocircolatorie.

I risultati di uno studio

Secondo i risultati di uno studio della Northumbrian University di Newcastle upon Tyne, sarebbe sufficiente diluire 6 cl di succo concentrato di ciliegiedi Montmorency con 10 cl d’acqua per permettere alla pressione sanguigna di calare del 7% nelle tre ore successive. [9].

A proposito delle ciliegie di Montmorency, va precisato,

  • che Montmorency da cui traggono il nome é un comune francese del dipartimento della Val-d’Oise. 
  • che ciliegi si possono suddividere in due grandi categorie, i ciliegi dolci (appartenenti alla specie Prunus avium) ed i ciliegi acidi (le cui varietà appartengono alla specie Prunus cerasus),
  • che quelle di Montmorency, sono ciliegie della varietà acida, e sono di colore rosso brillante,
  • che queste ciliegie di colore rosso vivo, hanno una polpa tenera che aiuta ad abbassare la pressione minima alta, tanto quanto i farmaci ipertensivi.

Questo studio, finanziato dal Cherry Marketing Institute, è stato recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista americana American Journal of Clinical Nutrition. [8]

Ebbene, secondo questa equipe di studiosi inglesi, i benefici ottenuti dalla riduzione della pressione arteriosa tramite il succo di ciliegia, porterebbero ad una riduzione dei rischi di ictus (- 38%) e di problemi cardiaci (- 23%).

I test che hanno portato i ricercatori inglesi a questi sorprendenti risultati, erano stati condotti su un ristretto numero di pazienti, in tutto 15 persone con i primi segni dell’ipertensione: era stato fatto bere loro del frutto di ciliegie con acqua. Ad un altro gruppo (il cd gruppo di controllo) era stato dato un placebo aromatizzato alla frutta (di ciliegia).

A questo punto, sorge spontanea la domanda circa i quantitativi di succo di ciliegia necessari per avere dei risultai apprezzabili sul nostro organismo.

Secondo gli studiosi di questa materia, perché possa produrre un calo della pressione arteriosa, pari al sette percento nell’arco di tre-quattro ore, sarebbe necessario diluire 6 cl (1/16 di litro d’acqua) di succo concentrato di ciliegie in 10 cl (1/10 di litro) d’acqua.

Ma cos’é che rende le ciliegie così speciali nel trattamento dell’ipertensione?

Il merito, secondo i ricercatori inglesi, va attribuito alle grandi quantità di acido protocatechico e acido vanillico (due acidi fenolici) presenti nel frutto.

Questo tipo di antiossidanti naturali, sarebbe la chiave per contrastare l’ipertensione. «La riduzione della pressione arteriosa che abbiamo potuto rilevare è comparabile con quella ottenibile con un singolo farmaco anti-ipertensivo. Ciò evidenzia la potenziale importanza che le ciliegie di Montmorency potrebbero avere nel controllo della pressione alta», ha dichiarato la dottoressa Keane, co-autrice dello studio.

Proprietà nella protezione / prevenzione dal cancro

Le ciliegie contengono numerosi fitocomposti e sostanze nutritive. Contengono anche fibre alimentari, le quali sono collegate a un minor rischio di cancro del colon-retto.

Consumare delle elevate quantità di fibre alimentari può anche aiutarci a controllare il peso dandoci una sensazione di pienezza.

Questo è un fatto importante relativamente ai rischi di cancro, perché l’eccesso di grasso corporeo aumenta il rischio di undici tipi di tumori. [2]

Proprietà anti-infiammatorie e contro l’artrite

Le antocianine – o antociani – sono una classe di pigmenti idrosolubili.

Grazie alle loro antocianine, le ciliegie sono anche dei potenti anti-infiammatori: infatti questi pigmenti prevengono i danni dei radicali liberi, ed inibiscono determinati enzimi, noti come ciclossigenasi.

Uno studio condotto presso la Boston University su 663 pazienti, ha analizzato per un anno il rapporto tra l’assunzione di ciliegie e il rischio di ricorrenti attacchi di gotta.

I risultati di questo studio hanno dimostrato che l’assunzione di ciliegie per un periodo di due giorni è legata ad un rischio inferiore del 35% di attacchi di gotta rispetto all’assenza di assunzione. [6]

Migliorano la memoria

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Neuroscience, le antocianine presenti nelle ciliegie avevano dimostrato  nel corso di esperimenti fatti su dei ratti da laboratorio, di essere in grado di migliorare la memoria e le funzioni motoria di questi animali. [5]

Riducono il rischio di malattie cardiovascolari

Una dieta che comprenda una buona dose giornaliera di ciliegie, abbassa tutti i fattori di rischio di malattie cardiovascolari: dal colesterolo, alla quantità di lipidi nel sangue.

Le ciliegie acide possono portarti dei benefici cardiovascolari simili a quelli dei farmaci utilizzati per la regolazione del grasso e del glucosio nei pazienti con sindrome metabolica.

Uno studio del 2013 condotto presso l’Università del Michigan aveva ipotizzato che le ciliegie siano in grado di ridurre il rischio di ictus. [1]

Aiutano ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete

Le ciliegie, come abbiamo detto, contengono le antocianine, una classe di pigmenti idrosolubili appartenenti alla famiglia dei flavonoidi. [3]

Gli antociani, in occasione di alcuni studi condotti in laboratorio su cellule pancreatiche animali, hanno dimostrato di essere in grado di aumentare la produzione di insulina del 50%. [4]

C’è da dire tuttavia che non risultano essere stati fatti simili esperimenti anche sull’uomo.

Favoriscono il sonno

Le ciliegie sono ricche anche di  melatonina, un ormone che regola i cicli del sonno.

Sono stati studiati gli effetti delle ciliegie sul sonno. E’ risultato che il fatto di bere al mattino ed alla sera un bicchiere di succo di amarena (uno sciroppo che si ricava da un tipo di ciliegia amarognola) aiuta migliorare il sonno.

Ricercatori dell’Università della Pennsylvania e dell’Università di Rochester, avevano esaminato per due settimane le abitudini nel sonno di 15 adulti che avevano bevuto 8 once di succo di ciliegie aspro al mattino ed alla sera, e le avevano confrontate con la stessa quantità (assunta) di un succo senza ciliegie.

Nel corso delle settimane in cui i partecipanti hanno bevuto il succo di ciliegia, vi era stata una significativa riduzione dell’insonnia. [7]

Purificano il nostro organismo

La ciliegia oltre a proprietà diuretiche e leggermente lassative ha anche delle proprietà depurative e disintossicanti,. [10]

Hai appena letto: Torna alla pagina principale