Salute delle donne

Il CA125, l’antigene tumorale 125: gli esami ed i valori

Con questo artiglio ci proponiamo di aiutarti ad avere una maggiore comprensione - di base - circa l'antigene tumorale 125 perché tu ne possa poi eventualmente parlare col medico.
tumore

Premessa

Potresti sentirti poco bene ed aver parlato con il tuo medico di famiglia o con uno specialista dei sintomi che avverti. Per scoprire l’origine del tuo malessere il questi potrebbe averti prescritto un esame del sangue per l’antigene tumorale 125,  il CA125. Questa guida vuole fornire alcune informazioni di base relativamente a queste analisi del sangue per il CA125.

Cos’è l’antigene tumorale 125 (CA125)

Il CA125 (Cancer Antigen 125), cioè l’antigene tumorale 125 è una proteina che si trova nel sangue. Viene chiamata anche marcatore (o marker) del tumore ovarico in quanto spesso la sua concentrazione ematica è molto superiore alla norma presenza di una neoformazione maligna. Pertanto il CA125 può a volte essere usato anche come un indicatore indiretto dello stato della malattia e della sua possibile progressione. [1]

I suoi valori normali

Nella maggior parte delle donne sane, il livello di CA125 è solitamente inferiore al valore di 35. [2] Tuttavia,

  1. alcune donne hanno un livello naturalmente elevato di CA125 nel sangue;
  2. il loro livello di CA125 nel sangue può aumentare per molte ragioni, tra cui
    • una endometriosi,
    • le mestruazioni,
    • le cisti ovariche,
    • e talvolta un cancro ovarico;
  3. alcune donne con una neoformazione maligna ovarica hanno l’antigene tumorale 125 che ha un valore inferiore 35. [2]

Al questo riguardo occorre sapere che, considerata la complessità della malattia tumorale, non esiste nessun marker (il CA125 incluso) che possa considerarsi completamente attendibile. [1]

DA RICORDARE

Un risultato del test del sangue CA125 superiore a 35 non è di per sé una diagnosi di una neoformazione maligna.

La maggior parte delle donne con un risultato inferiore a 35 non ha alcuna neoformazione maligna.

Quando si fa questo test

Possibili sintomi di una neoformazione maligna ovarica sono dati da,

  • un gonfiore addominale,
  • dei dolori alla pancia,
  • una difficoltà a mangiare od a sentirsi sazie,
  • il bisogno di fare pipì più spesso o con urgenza.

In presenza di questi sintomi, a discrezione del medico potrebbe esserti chiesto di fare un test per il CA125.

Se a seguito del test, il livello di CA125 nel sangue dovessere risultare 35 o superiore, il medico potrebbe prescriverti:

  • un’ecografia pelvica trans-addominale, un esame estremamente pratico, ma poco esauriente,
  • oppure un ecografia transvaginale, un esame più invasivo del precedente ma più preciso.
  • Entrambe queste ecografie generano delle immagini delle ovaie che l’occhio dello specialista esaminerà alla ricerca di qualche cosa di insolito.

Questo esame potrebbe esserti chiesto, sempre a discrezione del medico, anche per monitorare l’andamento di una malattia tumorale eventualmente già diagnosticata.

Come si fanno i relativi esami di laboratorio

Un piccolo campione di sangue ti verrà prelevato dal braccio ed inviato ad un laboratorio, in cui un semplice test misurerà il livello di CA125 nel campione di sangue.

Il test non necessita di nessuna preparazione da parte tua, non è doloroso e non provoca alcun disagio (oltre a quello, eventuale, del normale prelievo di sangue) e non comporta alcun rischio.

Le cose che puoi fare tu

Se  ti viene prescritto il test del CA125 e se presenti uno o più sintomi di quelli elencati sopra, il nostro consiglio è di tenere nota giornalmente dei sintomi che potresti eventualmente avvertire e ad ogni appuntamento, comunicarli al medico di famiglia o allo specialista che ti segue.

Questo genere di informazioni potrebbe aiutarli ad indentificarne la causa del tuo malessere e/o a seguire l’evoluzione della malattia e l’efficacia dei trattamenti.

Potresti essere interessato a:
Salute delle donne

L'anemia in gravidanza

Salute delle donne

Estrogeni bassi, e alti: cause, sintomi e rimedi

Condizioni di saluteSalute delle donne

Le emorroidi in gravidanza: prevenzione e rimedi naturali

Condizioni di saluteSalute delle donne

Le emorroidi post parto nell'allattamento al seno: consigli per curarle