atrofia muscolare

Atrofia muscolare: cos’è l’atrofizzazione, quali i rimedi naturali

Quale che sia la causa di un'atrofia muscolare, esistono anche dei rimedi naturali che, abbinati ad una adeguata attività fisica, possono aiutare ad invertire il processo di artrofizzazione muscolare.

L’atrofia muscolare e le principali cause di atrofizzazione

l’atrofia muscolare

L’atrofia muscolare è una perdita di tessuto muscolare che determina una sua parziale o completa perdita di funzioni. Due sono i tipi principali di atrofia muscolare: l’atrofia muscolare da disuso e l’atrofia muscolare neurogenica.

l’atrofia muscolare da disuso

L’atrofia muscolare da disuso è causata da un insufficiente utilizzo dei muscoli.

Questo tipo di atrofia può essere spesso curato facendo degli allenamenti e degli esercizi,  associati ad una corretta alimentazione o integrazione alimentare.

Le persone maggiormente colpite dall’atrofia da disuso sono quelle[1],

  • che svolgono dei lavori sedentari, o che hanno dei problemi di salute che limitano i loro movimenti, o che hanno ridotti livelli di attività;
  • che sono costrette a stare a letto;
  • che non possono muovere i loro arti a causa di ictus o altre malattie neurologiche pregresse.

l’atrofia muscolare neurogenica

L’atrofia muscolare neurogenica è invece il tipo di atrofia muscolare più grave.

Può essere causata da un danneggiamento o da una patologia dei nervi connessi ai muscoli.

Rispetto all’atrofia da disuso, questo tipo di atrofia muscolare tende a verificarsi (sopratutto) improvvisamente.

Ecco alcune delle patologie che vanno a colpire i nervi che controllano i muscoli:

  • la sclerosi laterale amiotrofica (SLA, o malattia di Lou Gehrig);
  • il danneggiamento di un singolo nervo, come nella sindrome del tunnel carpale;
  • la sindrome di Guillain-Barré;
  • il danno neuronale causato da incidenti, da diabete, da tossine o alcol;
  • la poliomielite;
  • i danni al midollo spinale.

Anche se normalmente le persone si possano adattare all’atrofia muscolare, occorre però anche tenere presente comunque che, anche le forme minori di atrofia causano una perdita di mobilità o di forza, e che quindi vanno contrastate.

di altra natura

Altre cause di atrofia muscolare possono essere dovute,

  • ad ustioni,
  • a delle terapie a base di corticosteroidi per lunghi periodi di tempo,
  • alla malnutrizione,
  • ad una distrofia muscolare e ad altre patologie del muscolo,
  • all’osteoartrite,
  • all’artrite reumatoide.

avvertenze

Se noti un’atrofia muscolare improvvisa, o se questa dura da tempo, è meglio consultare subito il tuo medico ed evitare di trascurare la condizione.

L’importanza dell’esercizio fisico nell’atrofia muscolare

Ancorché – relativamente ai tipi, ed alla precisa quantità di esercizi che dovrebbero fare le persone che sono in una condizione di degenerazione muscolare  – non siano ancora state del tutto chiarite, è tuttavia stato accertato che migliorano la forma fisica in generale delle persone,

  • sia un esercizio fisico aerobico a moderata intensità (in parole semplici, quell’esercizio fisico che aumenta il battito cardiaco e i ritmi respiratori, pur lasciandoci in condizioni di poter parlare),
  • sia un allenamento di forza leggero/moderato.

Quindi, quando viene fatto un adeguato tipo di esercizio fisico in modo sistematico, questo può invertire alcuni degli effetti negativi dovuti alla atrofia muscolare.

I rischi legati all’inattività fisica ed i benefici dell’esercizio fisico

L’inattività delle persone che già si trovano in condizioni di degenerazione muscolare può portare[2],

  • ad un’ulteriore perdita di massa muscolare,
  • ad un calo di energia,
  • ad una maggiore stanchezza,
  • a dolori muscolari ed articolari,
  • ad un aumento di peso,
  • ad una diminuzione della densità ossea.

Invece, l’esercizio fisico può anche aiutare a risolvere anche tutta una serie di problemi correlati alla condizione di atrofia muscolare.

Si pensi ad esempio alla depressione, allo stress, ai problemi cardiaci, ecc.

I principali benefici derivanti dell’esercizio fisico nelle persone affette da atrofia muscolare[2sono i seguenti,

  • aiuta a far rendere al meglio i muscoli sani,
  • migliora le funzioni cardiache e polmonari,
  • può prevenire od invertire l’indebolimento fisico (mantenendo l’energia e la resistenza),
  • può ridurre il dolore,
  • aiuta a mantenere o a migliorare l’escursione articolare,
  • può prolungare la capacità di compiere le attività funzionali, come ad esempio camminare e salire le scale.

Integratori alimentari e prodotti utili a contrastare l’atrofia muscolare

Qualunque sia la causa dell’atrofia muscolare, sia la medicina tradizionale che quella alternativa offrono alcune soluzioni utili le quali, in combinazione con l’esercizio fisico, possono aiutare ad invertire l’atrofia muscolare ricostruendo la massa muscolare.

1) prodotti a base di creatina

creatina integatori

Secondo il Centro Medico dell’Università del Maryland, la creatina è uno degli integratori potenzialmente utili per invertire l’atrofia muscolare.

La creatina è una delle sostanze naturali che costruiscono i blocchi di proteine.

È contenuta in cibi come la carne e il pesce, nonché prodotta dal corpo umano.

Quelli a base di creatina sono degli integratori molti diffusi tra le persone affette da debolezza ed atrofia muscolare: del resto, ci sono degli studi clinici hanno provato che gli integratori a base di creatina contrastano la debolezza muscolare ed aumentano la massa muscolare nei soggetti affetti da patologie che comportano un’atrofia muscolare.

Ad oggi, diversi sportivi cercano di trarre vantaggio in termini di competitività dalle proprietà delle creatina.

Tuttavia non è stato dimostrato che la creatina sia effettivamente utile anche per gli atleti e gli sportivi in generale.

Per concludere, occorre evidenziare anche che l’uso di integratori a base di creatina può essere associato ad alcuni effetti collaterali come  la nausea, il vomito, la diarrea, l’aumento di peso, disfunzioni epatiche.

2) ortiche e prodotti a base di ortiche

ortica

Lo stesso Centro Medico dell’Università del Maryland, ritiene che anche le ortiche possano essere utilizzate con successo nei casi di atrofia muscolare.

L’ortica è una pianta che ha origine nelle zone fredde del Nord Europa.

È stata utilizzata nei secoli per dare sollievo ai muscoli ed alle articolazioni indolenzite.

L’ortica può essere applicata in modo topico, oppure ingerita sotto forma di infuso.

È disponibile anche in capsule, e come preparato farmaceutico.

Il motivo per cui l’ortica è considerata benefica per l’atrofia muscolare dato dal suo effetto sul testosterone, l’ormone naturale che aiuta a costruire la massa muscolare nel corpo.

L’ortica si lega con delle molecole chiamate globuline leganti gli ormoni sessuali (SHBG – Sex Hormone Binding Globulin), riducendone la concentrazione.

Le SHBG a loro volta si legano al testosterone riducendone la concentrazione.

3) prodotti a base di proteine in polvere

Proteine in polvere. Foto: las - initially, distribuita con licenza Creative Commons (BY-NC-ND)

Un adeguato apporto di proteine è essenziale per ricostruire il muscolo atrofizzato, in quanto questo apporto crea nel corpo un bilancio azotato positivo, ovvero uno stato dove la ricostruzione del muscolo è favorita.

Senza entrare troppo nei dettagli, devi sapere che si parla di bilancio azotato positivo quando l’azoto assunto con dieta e con gli integratori è maggiore di quello perso.

Tenendo presente che 100 g di proteine contengono 16 g di azoto, per mantenere un bilancio dell’azoto tendente al positivo, occorre che un soggetto normale assuma più di 0,75-1 g di proteine per kilogrammo di peso ideale al giorno.[1]

In pratica, un uomo adulto di 70 kg deve assumere almeno 52,5 g di proteine al giorno.

Quali proteine scegliere? Dipende molto dalla tua particolare situazione, certamente quelle più usate ed efficaci sono quelle del siero di latte, le cosiddette whey protein (in inglese).

Hai appena letto: Torna alla pagina principale